IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Avezzano, Comune dovrà pagare 806mila euro

Nell’ anno 1985, l’Ente Fucino, con rogito notarile, cedette al Comune di Avezzano alcuni beni (capannoni e terreni circostanti in via Nuova) in uso alla società Gielle, con l’impegno di riconoscere alla società migliorie per 950milioni: a distanza di 27 anni, dopo una lunga serie di contenziosi, la Corte d’Appello dell’Aquila ha emesso una sentenza shock che condanna il Comune a pagare 806mila euro di risarcimento danni.

«E’ una sentenza assurda – attacca il sindaco Giovanni Di Pangrazio – che, per una serie di incredibili vicissitudini e leggerezze interpretative, a distanza di 27 anni si abbatte sulle casse del Comune e, quindi, nelle tasche dei cittadini. Andremo fino in fondo per tutelare la comunità e ristabilire il diritto violato. E’ chiaro che se nella vicenda ci sono stati errori e/o omissioni non deve certo pagare la città».

L’Ente, in linea con i dettami della Corte dei conti, impugnerà la sentenza davanti alla Corte di cassazione. L’amministrazione, comunque, è intenzionata a non fare sconti a nessuno. «Effettueremo una attenta verifica su tutte le controversie provenienti, come questa, da amministrazioni precedenti – conclude l’assessore alla legalità, Ferdinando Boccia, per accertare eventuali responsabilità e segnalarle alle autorità competenti».

X