IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Al via la rassegna ‘Incontri di primavera’

Al via giovedì 11 aprile la rassegna Incontri di Primavera: dodici appuntamenti, la maggior parte dei quali a L’Aquila e ospitati in spazi che tengono conto le mutate condizioni del territorio, ossia il Progetto Case di Bazzano, Murata Gigotti, Casa Onna, l’Ospedale San Salvatore e persino la Libreria Colacchi. E “fuori porta” concerti ad Atri, Teramo, Avezzano e Sulmona.

Estremamente vario il repertorio, dai grandi classici alla musica da film, con incursioni nel tango e nel jazz, senza tralasciare la musica del nostro tempo.

Ad aprire le danze sarà il complesso L’Orto Melodico, formato da Pietro Meldolesi, flauti dolci; Giovanna Barbati, violoncello Barocco e viola da gamba e Massimo Salcito, clavicembalo.

I due primi brani, The Division’s, di anonimo e di C.Simpson, hanno come protagonista il flauto e rinviano alla tradizione inglese del ‘700 e alla centralità di questo strumento.

La “divisione” è una parola che ha un significato specifico in questo contesto: le divisioni sono insiemi di variazione brevi che si snodano su un unico terreno musicale e sono diventate in seguito patrimonio della musica popolare italiana e spagnola. A seguire la Sonata VI La Follia di Corelli, nella versione per flauto dolce. Sensibilità e buon gusto traspaiono ovunque in questo brano che dimostra grande equilibrio pur nel discorso virtuosistico. Ancora virtuosismo e leggiadria con il II Livre Pieces de Viole: Folies d’Espagne di M.Marais.

Ancora la “follia” con Alessandro Scarlatti, dal I e II Libro di Toccate: 29 Partite sopra l’aria di follia. Il termine follia, nella storia della musica, definisce uno schema melodico proveniente da un’antichissima danza di Carnevale, forse di origine portoghese ed è particolarmente accattivante nella melodia e nell’ingenua semplicità del percorso armonico. E’ poi la volta di J.B. Forqueray, di cui ascolteremo Pieces de viole: Chaconne e gran finale con la Sonata XII op. 2 in fa maggiore di Benedetto Marcello.

Ingresso gratuito per la maggior parte dei concerti.

[url”Torna alla Home Eventi”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=205[/url]

X