IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, 309 gigli

di Nando Giammarini

Nel quarto anniversario del terremoto questa poesia per esprimere i miei sentimenti di solidarietà e vicinanza ai parenti delle vittime innocenti del terremoto, tra cui alcuni miei amici cari. A coloro che non ci sono più un pensiero commosso, riverente, e una preghiera, affinchè dalla disperazione nasca la speranza, dal dolore un minimo di gioia, dalla morte la vita.

[i]Alle Vittime Innocenti del Terremoto[/i]

Nel buio disperato

della notte

Il 6 aprile 2009, alle 03.32

tanti sogni e speranze

furono recisi

nel sonno.

In una manciata di secondi

tramontarono 309 vite

mentre nei prati

germogliava

erba novella

e fiorivano i mandorli.

Poche stelle nel cielo

si confondevano

con la luna

sul Gran Sasso

l’ultima neve di primavera

emanava chiarore.

Proterva la terra tremò

decretando la fine

di case e progetti di vita

pianse l’universo

mentre 309 candidi gigli

volavano in cielo.

[url”Torna al Network Blog dei Lettori”]http://ilcapoluogo.globalist.it/blogger/Il%20Blog%20dei%20Lettori[/url]

X