IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Abruzzo al Vinitaly 2013

Con 380 tra le migliori etichette di vini Docg, Doc e Igt, la regione approda alla 47esima edizione del Vinitaly che aprirà i battenti domenica 7 aprile al quartiere fieristico di Veronafiere per chiudersi mercoledì 10 aprile. Il Consorzio di Tutela dei Vini d’Abruzzo e il Consorzio di Tutela del Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane saranno protagonisti con mostre fotografiche, rassegne, degustazioni e convegni. La location degli eventi a cura dei Consorzi di Tutela sarà il padiglione 11 c/o sala degustazioni vini-settore G5.

Domenica 7 aprile alle 11.45, con il collegamento in diretta su Radio 24 e la partecipazione della giornalista de La Repubblica Licia Granello, sarà inaugurata la mostra di uno dei più grandi nomi della fotografia artistica mondiale, Mario Giacomelli, le cui opere sono state esposte al Museum of Modern Art, al Metropolitan Museum di New York e a Bruxelles. La mostra allestita al Vinitaly metterà insieme per la prima volta insieme le foto più importanti del fotografo dedocate all’Abruzzo e sarà aperta al pubblico per tutta la durata del Vinitaly.

Il giorno successivo, lunedì 8 aprile, sempre alle 11.45 e sempre nella sala degustazione vini-settore G5, sarà presentato il libro “Il Montepulciano d’Abruzzo” edito da Slow Food. Interverrà il fondatore della associazione Carlo Petrini, gastronomo, giornalista e scrittore. All’evento parteciperà anche il professor Renato Mannheimer che, sondaggi alla mano, parlerà della crescente fama del vino rosso abruzzese, sempre più protagonista nello scenario nazionale e internazionale. Lo stesso giorno si terrà anche la seconda edizione dei “6 giganti delle Colline Teramane”, un’iniziativa a cura del Consorzio delle Colline Teramane. Il 7, 8 e 9 aprile, organizzata dal Consorzio di Tutela Colline Teramane in collaborazione con l’associazione di ristoratori e pasticceri “Qualità Abruzzo, artigiani del gusto”, si terrà la manifestazione “Cucina e Vini delle Colline Teramane”: i visitatori del Vinitaly verranno deliziati con finger food ispirato alla cucina teramana.

Con le attività presso la fiera veronese del vino proseguono le attività di promozione dei vini abruzzesi dei due consorzi di tutela, iniziate con la campagna di successo “Montepulciano piacere d’Abruzzo”, diffusa a livello europeo. Al Vinitaly nei padiglioni che rimarranno aperti dalle 9.30 fino alle 18, si attendono 140 mila 600 visitatori, il 35% dei quali provenienti da 116 Paesi stranieri. Numeri alla mano, l’Abruzzo si presenta con una sempre maggior consapevolezza di qualità e competitività. I dati forniti dalla Regione parlano di una produzione annua superiore ai 2,5 milioni di ettolitri, con l’Abruzzo tra le prime cinque regioni vinicole italiane. Nell’ambito delle tipologie i vini rossi (compresi i rosati) costituiscono il 62-63% della produzione totale mentre i bianchi il 35-36%, in linea con le tendenze nazionali degli ultimi anni. Conosciuto dal 92% degli italiani e considerato dall’89% di questi uno dei rossi più importanti del Paese, il Montepulciano d’Abruzzo arriva dunque a Verona per conquistare ancor più palati di quel 33% che, ad oggi, permette al rosso d’Abruzzo di vantare la sua presenza nei migliori ristoranti del mondo.

[url”Torna alla Home Eventi”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=205[/url]

X