Quantcast

C.a.s.e, a Sant’Antonio siringhe nel parcheggio

di Alessia Lombardo

Siringhe, cerotti e fiale sotto il parcheggio del Progetto C.a.s.e. di Sant’Antonio a Pile, nella zona ovest dell’Aquila. A denunciare il fatto sono alcuni abitanti della piastra, preoccupati per ciò che accade la sera sotto i parcheggi che si affacciano sulla strada nel quartiere popoloso di Pile Alto. Cittadini che, per evitare brutti incontri al calare del sole, preferiscono parcheggiare le auto sulla strada.

{{*ExtraImg_105358_ArtImgCenter_448x300_}}

«Una sera – ha spiegato una ragazza – mentre lasciavo l’auto prima di risalire a casa mi sono accorta che due persone sono scappate appena mi hanno vista. Inizialmente pensavo fosse una coppia in cerca di intimità, ma qualche giorno fa quando abbiamo ritrovato con i vicini le siringhe abbiamo capito che non era così. Qui entra chi vuole a fare ciò che vuole».

{{*ExtraImg_105359_ArtImgCenter_448x299_}}

«La sera è meglio lasciare la macchina sopra – ha continuato una signora – per tutelarsi. Non è bello neanche che i bambini vedano queste cose. È pericoloso. Ci sono anche dei preservativi».

{{*ExtraImg_105360_ArtImgCenter_448x300_}}

Le siringhe, ritrovate qualche giorno fa in un posto auto assegnato, ora sono ai bordi del parcheggio. «Lascia senza parole il fatto – ha aggiunto – che in una zona così trafficata si facciano queste cose, a pochi metri dalla strada. Siamo preoccupati».

{{*ExtraImg_105361_ArtImgCenter_448x300_}}

Un’altra grana per i residenti del Progetto C.a.s.e. dopo il tentativo di furto in un’abitazione del primo piano avvenuto la scorsa settimana in pieno giorno, con i ladri messi in fuga dai rumori dei vicini.