Quantcast

L’Aquila Calcio-Campobasso: deprimente 0-1

di Claudia Giannone

Per questa giornata, sarebbe meglio tentare di trovare un lato positivo. Se si dovessero elencare gli elementi che hanno portato i ragazzi di Maurizio Ianni alla disfatta, probabilmente non ci sarebbe tempo.

Quante squadre pagherebbero per poter contare solo quattro sconfitte, rimanendo pur sempre al terzo posto? L’Aquila resta nel pieno della zona play off, a soli cinque punti dalla seconda classificata. E chi ha detto che una sconfitta non può far parte di un anno calcistico? Purtroppo non è possibile avere sempre a disposizione un bottino pieno ed una squadra al top.

Probabilmente, comunque, quello di oggi è stato il peggior match disputato dai rossoblù dall’inizio del campionato; complice anche la buona prestazione degli ospiti, che hanno tutta l’intenzione di restare nella categoria in cui attualmente stanno militando.

L’insufficienza, però, la merita anche il pubblico: escludendo il solito gruppo di supporters che non fa mai mancare nulla alla propria squadra, per il resto la curva aquilana ha totalmente deluso le aspettative della compagine e, in primo luogo, del Presidente.

Passiamo alla cronaca, povera, ma incisiva, dell’incontro odierno.

Un primo tempo che non regala particolari emozioni, con le due squadre che cercano di avvicinarsi alle aree avversarie, ma non riescono mai a concludere.

La prima vera azione è a favore del Campobasso: al 24’ minuto, gli ospiti del “Fattori” colpiscono una clamorosa traversa a pochi metri dalla porta con un tiro di Maiella, facendo tremare i rossoblù di casa.

L’Aquila riesce a contrastare solo al 32’ minuto, quando Ciotola crossa positivamente per Ripa, ma il suo tentativo termina al lato della porta. Nulla di costruttivo fino al fischio dell’arbitro, che dopo aver assegnato un minuto di recupero accompagna le due compagini negli spogliatoi.

Il Campobasso, però, rientra con uno spirito completamente diverso. Da subito la partita sembra sorridere agli ospiti, che al 6’ minuto passano in vantaggio: Maiella riesce ad imbucare nella porta difesa da Leuci, dando una speranza in più ai propri compagni.

E il risultato resterà invariato fino alla chiusura. Solo qualche misero tentativo che terminerà tra la delusione generale.

Mentre per L’Aquila la situazione è stata critica, a Chieti ci saranno grandi festeggiamenti per la vittoria contro il Gavorrano. Non molto felice, invece, la città di Teramo, in seguito alla sconfitta interna contro l’Aprilia, che ormai tutti davano per spacciata.

L’AQUILA CALCIO: Leuci, Rapisarda, Gizzi, D’Amico, Pomante, Ingrosso, Improta (10’ st Infantino), Iannini, Ripa (33’ st Colussi), Carcione, Ciotola (5’ st Triarico). A disp.: Testa, Petta, Ligorio, Agnello. All. Maurizio Ianni.

NUOVO CAMPOBASSO: Iuliano, Silvestri, Esposito, Boi, Marino, Minadeo, Pascucci, D’Allocco, Bussi (5’ st Petrassi), Di Vicino, Maiella. A disp.: Cattenari, Di Libero, Grillo, Curcio, Giannuzzi, Fella. All Salvatore Vullo.

ARBITRO: Albertini Luca (Ascoli).

ASSISTENTI: Manco Nazzareno (Vibo Valentia), Maiolano Agostino (Rossano Calabro).

ANGOLI: 4-6.

MARCATORI: 6’ st Maiella.

AMMONITI: Esposito, Petrassi, Iuliano.

RECUPERO: 1’ pt, 3’ st.

[url”Torna alla Home Sport”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=214[/url]