IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Doppietta al Senato 5 Stelle

di Roberta Galeotti

Enza Blundo e Gianluca Castaldi senatori del rinnovamento.

I risultati al Senato in Abruzzo sono definitivi:

4 senatori al Pdl,

1 al Pd,

2 al M5S.

«Avevamo messo in conto di entrare con un Senatore – commenta Enza Blundo – ma non immaginavamo che il risultato pottesse essere così eclatante in Abruzzo ma soprattutto a L’Aquila.»

«I nostri voti non provengono ne dalla destra ne dalla sinistra – prosegue la Blundo – e questo risultato lo conferma. Le preferenze sono confluite da entrambe le parti.»

L’insegnante della IV elementare alla De Amicis «sente il grande senso di responsabilità e il peso di questo voto. Un segnale di risveglio, di fiducia e di ripresa.»

Accompagnerà i bambini della sua classe fino alla fine dell’anno per poi ritirarsi e dedicarsi alla sua nuova sfida.

E’ stata una campagna elettorale molto emozionante per la Blundo «e molto interessante. Ho raccolto le richieste degli abruzzesi, ma anche le loro soluzioni. Mi farò portavoce dei problemi dell’Abruzzo, che ho riscontrato essere in uno stato di degrado e di arretratezza che non immaginavo».

«Beppe – ha concluso la Blundo – non condizionerà le scelte del gruppo parlamentare ma tutelerà il rispetto dei principi del movimento».

Tutt’altra storia per Gianluca Castaldi, il 42enne di Vasto che entrerà come secondo senatore per il movimento.

Non ci crede. L’emozione è tangibile nella sua voce e l’entusiasmo contagioso.

«Ho la metà degli anni di Franco Marini», risponde così alla nostra domanda sulla sua età. «Si sono messi tutti a nostra disposizione, commercialisti, avvocati e professionisti. Tutti a nostra disposizione perchè credono nel cambiamento.»

Gianluca Castaldi è arbitro di calcio e piccolo imprenditore. Ha due bambini, una di 2 anni e uno di 6 mesi.

«Siamo pronti ad aiutare la gente. Affronto questa sfida a testa alta, convinto di poter cambiare il sistema.»

X