IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Avis e Asd Caruscino insieme per la donazione

Anche quest’anno per il secondo anno consecutivo, si rinnova la collaborazione tra la società dell’Asd San Giuseppe di Caruscino e la sezione dell’Avis Comunale di Avezzano. Iniziata lo scorso anno con la realizzazione di una divisa di gioco con impresso lo “sponsor” dei donatori di sangue in bella vista, quest’anno il logo Avis Donatori Sangue è stato posto sulla giacca ufficiale della società.

Anche quest’anno i ragazzi del presidente Michele Pellegrini hanno risposto alla grande. Nella prima giornata sono state fatte 8 donazioni alle quali seguiranno altri due giornate con 6/8 donatori a volta. In accordo con i medici i giocatori del Caruscino si sono presentati a donare presso il centro trasfusionale dell’Ospedale di Avezzano, scaglionati in gruppi. Il presidente dell’Avis, Mario di Renzo, si è detto entusiasta di proseguire questa collaborazione iniziata lo scorso anno dal suo predecessore Domenico Ciminelli.

«L’iniziativa dello scorso anno, ha suscitato molto scalpore, in tantissimi hanno parlato di questa iniziativa fatta con la società del Caruscino. Ne hanno parlato i giornali locali e anche diversi siti internet. Ho avuto attestati di stima per l’iniziativa di diversi membri dell’Avis Provinciale e Regionale. Oltre una buona pubblicità per la nostra associazione, abbiamo raccolto una discreta quantità di sangue e soprattutto i ragazzi del Caruscino sono poi entrati nel mondo Avis, trascinando familiari, fidanzate e amici».

«Quando il presidente del Caruscino mi ha proposto di rinnovare questa esperienza anche con i nuovi giocatori inserendo il logo dell’Avis sui giacconi, ne sono subito stato entusiasta e come me anche il consiglio direttivo. Facciamo enormi sacrifici per sensibilizzare le persone alla donazione del sangue e questa ci è sembrata un’ottima occasione visto che il calcio è uno sport seguito e che coinvolge molti ragazzi. Essere presenti con il nostro logo sulle maglie e sulla giacca della squadra darà alla sede di Avezzano e all’Associazione la possibilità di farsi conoscere ancora di più ogni domenica sui campi da gioco della provincia, dandoci la possibilità di sensibilizzare giocatori e pubblico. Inoltre la presenza di questi ragazzi stamattina in ospedale è stato un bel momento, li ringrazio di cuore a nome dell’Associazione e di tutte le persone che non possono ringraziarli, ma che riceveranno il loro aiuto».

«Anche quest’anno ho voluto con la società che ho l’onore di rappresentare, rinnovare un gesto e un’amicizia con l’Associazione dei donatori di Sangue per contribuire a sensibilizzare più persone possibili ad un tema importante come quello della donazione del sangue. Sono molto soddisfatto e orgoglioso di come i ragazzi hanno risposto a questo mio appello. L’idea di questa partnership è iniziata lo scorso anno e ha fatto registrare un buon risultato, la speranza è quella di rinnovarla cercando di portare sempre nuovi donatori e raggiungere magari l’autosufficienza per il fabbisogno di sangue almeno nel nostro comune.

Inoltre, visto che solo qualche giorno fa abbiamo dovuto salutare un vecchio amico, mister Tofani, morto durante una partita di calcio, credo che la possibilità data ai “ragazzi-donatori”, di poter essere controllati con analisi accurate fatte gratuitamente dal centro trasfusionale, sia un modo per poter garantire a questi ragazzi maggiori controlli oltre la visita medica fatta ad inizio stagione. Il gruppo di giocatori che compongono questa squadra è davvero unico, e come loro tutti i dirigenti che mi hanno appoggiato in questa iniziativa “fuori dal campo”. Il senso dello sport non si misura solo durante le partite o gli allenamenti, ma anche fuori, con questa idea speriamo di aver mandato un messaggio a quante più persone possibili. Siamo orgogliosi di essere i primi ad aver fatto qualcosa del genere, e se qualcuno si presenterà a in ospedale per effettuare la donazione, sapremo che i nostri sforzi saranno serviti. Ringrazio pubblicamente tutti i ragazzi che si sono resi disponibili, dimostrando che sono non solo buoni giocatori, ma persone davvero speciali». Viva soddisfazione anche nelle parole del presidente del Caruscino Michele Pellegrini.

X