IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Arresto con show in centro ad Avezzano

Notte movimentata in Piazza Risorgimento ad Avezzano.

Le operazioni di arresto di tre giovani extracomunitari rissosi e turbolenti ha portato scompiglio nella movida notturna di Avezzano.
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avezzano hanno arrestato tre cittadini extracomunitari di origine tunisina che con il loro atteggiamento stavano turbando l’ordine e la sicurezza pubblica: K.M’Z di 42 anni, R.B.A. di 27 anni e M.A.M’Z di 34 anni.

I primi due residenti ad Avezzano e il terzo a Magliano dei Marsi, tutti in regola per quanto riguarda la permanenza sul territorio nazionale.

L’arresto si è sviluppato in convulse fasi durante le quali i tre cittadini stranieri hanno creato momenti di tensione nei pressi di un bar di Piazza Risorgimento coinvolgendo anche i numerosi giovani ivi presenti tanto che, uno di questi, aggredito, ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso.
Al ragazzo sono state riscontrate lesioni giudicate guaribili in poco meno di dieci giorni.

L’atteggiamento assunto dai tre, veniva notato da alcuni militari del Nucleo Operativo e Radiomobile ivi presenti che, prontamente intervenivano anche con il supporto di un Carabiniere, libero dal servizio, giunto a dare manforte.

I militari hanno contenuto con grande difficoltà la violenza dei tre che hanno reagito all’arresto con pugni e calci, tentando in ogni modo di divincolarsi.

I carabbinieri intervenuti, nel frattempo, sono stati adeguatamente supportati da altro personale dell’Arma e da un equipaggio del locale Commissariato di P.S. confluiti sul posto.

Anche se con estrema difficoltà due dei tre suddetti venivano “bloccati” e accompagnati presso la sede della Compagnia Carabinieri di Avezzano.

Il terzo, invece, nella concitazione, riusciva a dileguarsi ma veniva subito dopo raggiunto in Piazza Torlonia e anch’esso veniva quindi condotto in caserma.

Anche presso la sede del Comando i tre mantenevano l’atteggiamento violento e aggressivo e, tentando di divincolarsi, danneggiavano il vetro di un quadro e alcune piante ivi presenti.

I tre venivano tratti in arresto per “resistenza a pubblico Ufficiale”, “lesioni personali aggravate” e “danneggiamento aggravato” e, quindi, associati presso la Casa Circondariale di Avezzano a disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Avezzano, Dr. Maurizio Cerrato, titolare del relativo procedimento penale.

X