IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

6 Nazioni finito per capitan Parisse

di Marcello Spimpolo

L’antefatto: sabato scorso si è giocata a Parigi la partita di Top 14, il massimo campionato francese di rugby, fra Stade Francais e Bordeaux.

Al 36′ del pt Sergio Parisse, capitano degli Azzurri ma anche del XV transalpino, viene espulso dall’arbitro Cardona perchè reo, secondo lui, di averlo insultato. In particolare, l’arbitro riporta a referto un’ingiuria detta in inglese.

Ora, si sa che Parisse parla perfettamente il francese (oltre naturalmente all’italiano e allo spagnolo visto che è nato in Argentina da famiglia aquilana) e risulta molto strano che possa aver profferito quell’insulto nella lingua che sicuramente usa di meno. E infatti del “fattaccio” sembra essere responsabile il compagno di squadra samoano di Parisse, Williams, lui si di madre lingua inglese.

In quel momento l’arbitro è voltato ( dell’episodio esiste un video che però non chiarisce la situazione) ma addossa con fermezza la responsabilità a Parisse che uscendo dal campo, con uno sguardo stupito ed incredulo, si rivolge a Cardona in perfetto francese dicendogli: «Signore, sta commettendo un grave errore, lei si sta assumendo la responsabilità di un grave errore».

L’epilogo: come purtroppo in molti si aspettavano la Commissione Disciplinare della Lega Francese non ha tenuto in nessun conto la difesa del capitano Azzurro (la sua parola contro quella del’arbitro) e gli ha comminato 40 giorni di squalifica (di cui 10 sospesi).

Visto che per i regolamenti internazionali la squalifica col proprio club si trasferisce automaticamente alle selezioni nazionali, per l’Italia significa perdere il proprio Capitano per tutto il resto del 6 Nazioni 2013 quindi per le partite contro Galles, Inghilterra ed Irlanda.

Non volendo arrivare a fare della dietrologia sul fatto che in Francia ci possano voler far pagare la sconfitta che hanno subito a Roma il 3 febbraio scorso “vendicandosi” sul nostro Capitano, dobbiamo però riportare per dovere di cronaca, che l’arbitro Cardona ed uno dei suoi collaboratori sono stati fermati dalla Federazione Francese per una settimana vista la negativa prestazione fornita sabato, costellata di errori culminati con l’aver accordato, questa volta a favore dello Stade di Parisse, una meta scaturita da una rimessa veloce giocata però nel punto sbagliato e non con il pallone appena uscito.

Forse, come diceva qualcuno, a pensare male si fa peccato ma…

X