IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Pagamenti albergatori, convocati capigruppo

Più informazioni su

Il presidente del Consiglio comunale dell’Aquila, Carlo Benedetti, ha convocato la conferenza dei capigruppo per venerdì 22 Febbraio alle 12, nella sede del Comune dell’Aquila. I lavori della conferenza riguarderanno i ritardi nell’erogazione dei rimborsi agli albergatori che hanno ospitato gli sfollati. «L’ingegner Aldo Mancurti, responsabile del Diset – ha dichiarato Benedetti – ha garantito che i fondi ci sono, che sono stati trasferiti alla Regione e che la Regione dovrà provvedere a saldare le fatture degli albergatori. Scopo della conferenza sarà, pertanto, quello di individuare un iter che sia veloce e snello, in grado di garantire tempi di rimborsi immediati, affinché gli albergatori possano rientrare al più presto delle somme anticipate, spesso tramite fidi bancari, per accogliere i senza tetto».

Alla riunione di venerdì parteciperanno anche i rappresentanti degli albergatori.

_________________________________

Pagamento alberghi, Lolli e Pezzopane: «Chiodi si dia una mossa»

«Il grido d’allarme lanciato da Federalberghi L’Aquila merita una risposta immediata. Il gran parlatore Gianni Chiodi almeno su questo si dia una mossa. Da parte nostra c’è pieno sostegno alla battaglia degli albergatori». Lo dichiarano Giovanni Lolli e Stefania Pezzopane, candidati del Partito Democratico alla Camera e al Senato, a seguito dell’appello lanciato dagli albergatori aquilani al presidente della Regione per il pagamento degli arretrati dovuti per l’ospitalità ai terremotati.

Lolli e Pezzopane concludono: «Parliamo di imprese che rischiano di chiudere e di lavoratori sul punto di perdere il posto. La Regione onori gli impegni: non dimentichiamoci che si tratta di strutture che hanno garantito ospitalità a migliaia di persone in quei giorni terribili, e che in molti casi ancora continuano a farlo. Il problema non può più essere eluso, è parte integrante della grande questione della crisi dell’occupazione nel nostro territorio che le istituzioni devono affrontare, non contribuire ad aggravare».

[url”Torna alla Home Attualità”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=202[/url]

Più informazioni su

X