IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, De Santis punta sul turismo

Più informazioni su

Il 27 febbrraio scade il termine fissato dal Bando regionale, di cui al BURA n° 87 del 28 novembre, che prevede fondi per la promozione turistica attraverso la costituzione delle Compagnie di destinazione – DMC – ad opera degli imprenditori e degli operatori del settore, che debbono consorziarsi in numero di almeno 40, con sede in almeno 10 Comuni e con un capitale sociale di 100 mila euro.

«L’iniziativa politica di stimolo e di raccordo che ho inteso sviluppare in questi mesi, a cominciare dalla Conferenza sul turismo del 20 dicembre e l’attivismo di alcuni operatori più sensibili hanno consentito si superare le iniziali perplessità e di creare le giuste condizioni perchè il territorio aquilano possa presentare le sue Proposte di sviluppo turistico e,quindi, competere con gli altri territori regionali». Questo si legge in una nota di Lelio De Sanstis, assessore al Bilancio del Comune dell’Aquila.

Allo stato, le 3 proposte in campo – quella del Gran Sasso, quella delle Rocche e quella della Conca aquilana – sono tutte rispondenti agli obiettivi del Bando e rappresentative delle potenzialità turistiche, naturalistiche e culturali del territorio.

«Ritengo – continua – che ora ci sia bisogno di fare sintesi e di unire le forze per presentare, per la prima volta, un Progetto unitario attraente e credibile, pur diversificando i prodotti e le specificità delle 3 Proposte in fase di definizione».

«L’auspicio dell’Amministrazione comunale dell’Aquila è quello di vedere realizzata una sola DMC della Città-Territorio o, in subordine, più DMC con un Unico coordinamento che consenta la realizzazione dei servizi turistici e dell’offerta turistica con una visione complessiva e con un Brand forte e riconoscibile».

«D’altra parte – dice ancora l’assessore – è evidente a tutti, ma sopratutto agli operatori del settore, che bisogna uscire dalle vecchie logiche della frammentazione dell’offerta e dagli egoismi territoriali, se si vuole essere competitivi sui mercati nazionali ed internazionali».

«L’Aquila, con le sue montagne e le sue vallate, con i suoi Borghi ed i suoi monumenti, può essere una vera ed attraente meta turistica se tutti, pubblico e privato,albergatori e commercianti, ristoratori e guide turistiche, fanno squadra e vanno nella stessa direzione offrendo un prodotto di qualità, con professionalità ed anche con un sorriso sulle labbra».

«Il Comune dell’Aquila, ma sono sicuro anche quelli del comprensorio, continuerà a svolgere il proprio ruolo attivo partecipando a queste Compagnie consortili ed investendo nei progetti di sviluppo turistico che servono alla rinascita della Città ed alla creazione di nuove opportunità di lavoro per i giovani», chiosa De Santis.

Più informazioni su

X