IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Promozione internazionale del Parco nazionale d’Abruzzo

Già nel 2012, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ha partecipato a numerosi eventi fieristici nazionali, tra cui “Fa la cosa giusta” di Milano e “Terra futura” di Firenze, ma anche internazionali ad Amsterdam e Parigi. Sono stati inoltre organizzati interessanti [i]Press tour ed Educational tour[/i], con operatori turistici e giornalisti specializzati provenienti dai paesi del nord Europa, ospitati in vari periodi dell’anno per far loro scoprire e apprezzare le straordinarie bellezze del “Parco per ogni stagione”. Ciò è stato possibile grazie alla collaborazione con la Regione e a un progetto di promozione condiviso con gli altri parchi abruzzesi, che ha permesso di predisporre un programma ricco di eventi promozionali, nazionali e internazionali.

Nel 2013 il progetto “Slow-Park” è caratterizzato da un deciso miglioramento delle iniziative. Infatti, oltre alla partecipazione alla Fiera di Amesterdam, che si è svolta dal 9 al 10 febbraio, e a quella di Parigi, che si terrà nel prossimo mese di aprile, una qualificata e apprezzata presenza è stata assicurata alla Fiera di Londra [i]“Destination the holiday & travel show”[/i], nei giorni 31 gennaio-3 febbraio 2013.

La novità positiva di quest’anno è il coinvolgimento degli operatori turistici e dei servizi anche per queste manifestazioni internazionali, in occasione delle quali hanno realizzato un apposito depliant di proposte di visita e soggiorno nel Parco.

Tutto questo rappresenta un importante passo avanti nella costruzione di un percorso comune capace di perseguire una giusta e compatibile promozione dell’area protetta, secondo il preciso proposito di “fare rete”, non sempre facile da raggiungere, per uscire dalla logica del campanile e diventare soggetti attivi di collaborazione reciproca nei diversi settori e ai vari livelli dell’operare locale.

Un’altra buona pratica è senz’altro il “Dépliant emozionale” realizzato insieme dai parchi abruzzesi, pubblicato in tre lingue –italiano, inglese, francese-, e presentato a Londra due settimane fa.

Intanto il Parco, per qualificare ancora queste attività e migliorare i servizi al pubblico offerti nel territorio, nelle prossime settimane provvederà all’adeguamento dell’Albo degli operatori, considerando l’esperienza degli anni passati, le nuove richieste e, naturalmente, le performance, i risultati ottenuti, l’impegno e la disponibilità dimostrati nelle varie circostanze in cui è stata loro richiesta partecipazione diretta e attiva.

Seguiranno, poi, seminari e corsi di aggiornamento e formazione professionale.

[url”Torna alla Home Eventi”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=205[/url]

X