In Abruzzo parto senza dolore

Al via in Abruzzo il percorso della legge sulla partoanalgesia che permetterà di inserire il parto indolore nei Lea, attraverso l’esame in commissione sanità delle eventuali criticità.

L’inserimento nei Lea potrà garantire la partoanalgesia 24 ore su 24, negli ospedali abruzzesi che hanno i requisiti necessari per attuare questa pratica.

«L’Abruzzo – ha spiegato il presidente della Regione, Gianni Chiodi – è stata tra le prime regioni in Italia a dotarsi di questa norma che dà il diritto alle donne di scegliere come partorire». «Le partorienti potranno scegliere – ha aggiunto il governatore – con la possibilità di ridurre o eliminare in via analgesica i dolori legati al travaglio e al parto».

«La legge approvata – ha sottolineato Chiodi – è tra le prime in Italia e pone l’Abruzzo all’avanguardia in questo contesto culturale e sociale nell’affermazione dei diritti delle donne. Scegliere come partorire è un diritto. Lavoreremo, quindi, per garantire questa opportunità, nel più breve tempo possibile, su tutto il territorio abruzzese».

[url”Torna alla Home Sanità”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=208[/url]