IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio: si passa all’attacco

di Claudia Giannone

Un nuovo acquisto nel corso del calciomercato estivo ha portato una maggiore armonia all’interno del club rossoblù. L’attacco, dapprima meno curato, arriva adesso ad essere classificato come il secondo miglior attacco del campionato, che ha realizzato 20 goal nel solo girone di andata.

Soldi ben spesi per Nicola Ciotola, nato il 28 marzo 1984 a Benevento. Tanti anni di esperienza per il giocatore in diverse categorie, dalla serie B alla Seconda Divisione.

La carriera tra i professionisti per lui ha inizio nel campionato 2003-2004, quando all’età di 19 anni entra a far parte della rosa del Sassari Torres, militante in C1: nessuna presenza, però, per il giovane attaccante, che potrà solo osservare a distanza i match disputati dal proprio team.

{{*ExtraImg_87474_ArtImgRight_201x129_}}

Il passaggio al Giugliano segna la trasformazione del giocatore: per due anni, vestendo la maglia della compagine campana, le presenze in totale saranno 41, ma anche il numero di goal inizierà a crescere.

Nella stagione 2006-2007, Ciotola passerà a far parte dello schieramento del Pisa, e con 16 presenze e 3 reti segnate, il team chiuderà con la promozione in B; la squadra mantiene l’ottimo giocatore anche per il campionato successivo, in cui si potranno contare 27 match disputati dall’attaccante ed un goal inflitto.

L’annata più florida per Ciotola, però, è quella con l’Avellino in serie B.

Gli altri anni li trascorrerà sempre in Prima Divisione, con Hellas Verona, Taranto, Juve Stabia e Calcio Como, fino al momento in cui verrà acquistato dalla società abruzzese, che lo metterà a disposizione ogni volta in cui sarà necessario un attacco temibile in campo.

Finora, l’attaccante conta 16 presenze in maglia rossoblù ed un goal segnato tra le mura del “Fattori” agli avversari dell’Aversa Normanna (match terminato con un 4-1 per i padroni di casa).

Già dallo scorso campionato in rossoblù abbiamo, invece, Roberto Colussi, nato a Gorizia il 12 settembre 1978.

L’esperienza dell’attaccante inizia in serie D con il Sevegliano: carriera promettente per lui, che nel campionato 2000-2001 chiuderà la stagione con 31 presenze e ben 19 goal segnati. Il bomber della squadra decide così di fare il salto di categoria, passando nelle mani del Thiene, team di Vicenza: il rendimento non sarà lo stesso, ma in due anni di serie C2 sarà l’autore di un totale di 13 reti.

Gli ingaggi cominciano ad aumentare, e dopo un altro anno in Seconda Divisione, diviso tra Monza Brianza e Sud Tirol, inizia per lui l’era della C1.

Arriva, quindi, l’esperienza con l’A.S. Cittadella, che lo manterrà in rosa per due anni: un passo importante per la carriera dell’attaccante, che con un totale di 45 match e sei goal segnati, è pronto per un altro impegno fondamentale.

Dopo la firma del contratto con la Virtus Lanciano per il campionato 2006-2007 (18 presenze e 5 goal segnati nel girone di andata) ci sarà la cessione nel mercato natalizio alla Salernitana, squadra con la quale, però, Colussi avrà poche possibilità di scendere in campo.

La stagione 2007-2008 con il Sassuolo, comunque, lo rimetterà in riga, facendo crescere le sue capacità.

Pronto, quindi, per tornare a vestire la maglia della Virtus Lanciano, resterà nella squadra abruzzese per tre anni, positivi per il numero di presenze sul campo, ma meno per quanto riguarda le reti segnate.

Infine, nel periodo di calciomercato estivo del 2011, la società rossoblù, con Gizzi ancora Presidente, riesce a pescare il giocatore e a posizionarlo nello schieramento aquilano, militante nel campionato di Seconda Divisione (25 le presenze e 2 i goal segnati).

Attualmente, sono 13 le volte in cui l’attaccante è riuscito a vestire la maglia sul campo, ma su nessun match è stata posta la sua firma.

X