IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Gran Sasso, Comola scrive a Cialente

In una lettera ‘natalizia’ inviata oggi al sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, e agli ingegneri Angelo De Angelis e Dino Pignatelli, l’avvocato genovese, Alessandro Comola, ex presidente del Ctgs scrive «Riscontro con la presente la convocazione dell’assemblea, prot. n. 001933 del 18 dicembre u.s., da parte del Collegio Sindacale del CTGS, rilevando come la stessa sia eseguita in palese violazione delle disposizioni codicistiche e statutarie, ciò con riserva d’ogni ulteriore azione».

Riportiamo integralmente la lettera dell’avvocato Comola.

Ciò posto, sottolineando la necessità di procedere ad una nuova convocazione, ove necessaria, che rispetti i tempi e le modalità di legge, vi invito a ponderare i profili di responsabilità personale e le conseguenze pregiudizievoli che deriverebbero al Ctgs da una improvvida e poco meditata scelta gestionale.

Chiedo pertanto al socio di avere indicazione meglio ponderata sull’ordine del giorno della ritualmente convocanda Assemblea , da portare all’attenzione del Cda, che andrò a convocare, ad horas , non appena avuta, in tal senso, idonea comunicazione dal Socio stesso.

Ciò al fine del rispetto della Legge e del miglior interesse del Ctgs. Riservo, altresì, ogni determinazione in merito sia alla mia partecipazione alla detta assemblea, sia ad ogni azione necessaria a tutela degli interessi del Centro Turistico.

Pertanto, in ossequio alla nota Presidente Ctgs Prot. n. 59247 del 11 settembre 2012 ed alla successiva delibera a carattere gestorio del Socio in data 25 settembre 2012 si invita il Socio Comune dell’Aquila disgiuntamente e congiuntamente ad i suoi delegati/o, anche nella loro funzione di legale rappresentante ad acta, a voler rendere adeguata relazione tecnica dell’avvenuta effettuazione dei lavori di revisione generale e/o speciale della seggiovia Le Fontari , in base all’allegato progetto di revisione fornito, quale base per la gara di assegnazione dei lavori in parola, da parte del Direttore d’Esercizio nella sua veste di Direttore dei lavori in questione, ing. Dino Pignatelli.

Nella relazione si vorranno indicare le ragioni del ritardo intervenuto (allegando a tal fine l’intervenuta corrispondenza epistolare tra il direttore lavori e ditta appaltatrice) nella consegna dei lavori, prevista al 30 novembre, evidenziando gli scostamenti sui tempi in base al cronoprogramma dei lavori stessi predisposto dal direttore dei lavori d’intesa con l’impresa aggiudicataria.

Sarà quindi puntualmente emarginata con apposita scheda di raffronto la quantità e la qualità e completezza dei lavori effettuati, così come richiesti dal capitolato e pianificati a cronoprogramma.

La relazione in parola dovrà essere ritualmente corredata dal conforme parere dei Capi servizio interessati all’esercizio del predetto impianto.

Si chiede che predetta relazione sia emessa in prevenzione alla programmata visita dell’Ustif in modo da consentire l’organo Amministrativo di poter esercitare la propria funzione di verifica e controllo, così come indicata nella nota n. 59247 del 11 settembre 2012 citata, in vista dell’auspicata e pronta apertura degli impianti.

X