IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

‘Natale sicuro’, maxi sequestro di cineserie

Più informazioni su

Oltre 110mila articoli tra cui migliaia di giochi, luminarie natalizie, accessori di telefonia mobile, ma anche articoli di pelletteria, supporti audio-visivi e generi alimentari, molti di provenienza cinese, sequestrati “perché potenzialmente pericolosi” soprattutto per i più piccoli. E’ il risultato di una vasta operazione denominata “Natale sicuro”, vista la prossimità delle festività, condotta dalle fiamme gialle abruzzesi, che ha visto impiegati 100 finanzieri su tutto il territorio regionale.

L’operazione ha portato alla denuncia di 23 persone, per lo più di etnia cinese, e a circa 50 esercizi controllati dove venivano venduti. La merce è stata ritirata dal mercato. Sono stati considerati pericolosi «in quanto sprovvisti dei requisiti di regolarità e conformità agli standard qualitativi comunitari, dei necessari contenuti informativi per il consumatore e, in alcuni casi, delle istruzioni e delle informazioni in lingua italiana delle avvertenze sui rischi».

Il vasto e capillare piano di controllo economico del territorio, voluto e coordinato dal comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, generale di Brigata Francesco Attardi, «a contrasto e prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della vendita di merci contraffatte», è stato finalizzato ad assicurare, nell’imminenza delle festività natalizie, gli standard qualitativi della sicurezza in favore della collettività e per impedire, quindi, che le prossime vetrine di Natale fossero riempite di articoli privi dei necessari requisiti e quindi potenzialmente pericolosi.

Secondo le fiamme gialle, i requisiti di sicurezza «diventano ancora più importanti quando ad essere in gioco è la sicurezza e la salute dei più piccoli, tra le cui mani sarebbero sicuramente finiti, impacchettati per l’apertura nella notte più attesa dell’anno, i tanti giocattoli sequestrati». E’ in questo periodo infatti che, notoriamente, vengono immessi in commercio numerosi prodotti, quali addobbi natalizi, giocattoli e prodotti elettrici in generale che possono costituire un serio pericolo per la salute e per l’economia.

[url”Torna alla Home Cronaca”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=206[/url]

Più informazioni su

X