IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Chiodi: ‘il coraggio di agire’

Il ministro della salute, Renato Balduzzi, questa mattina a Roma, ha consegnato nelle mani del Presidente della regione, Gianni Chiodi, il premio di Federsanità ANCI per ‘Il coraggio di agire‘, la prima edizione del Premio Nazionale istituito per riconoscere il merito di chi amministrando la cosa pubblica si è distinto per capacità gestionali e attaccamento al benessere comune.

La motivazione per Chiodi è stata la seguente: “per la capacità di riduzione delle inefficienze e sprechi garantendo la qualità del servizio sanitario regionale.”

«Un riconoscimento che testimonia lo forzo compiuto dalla Regione Abruzzo per la sua capacità di agire in un contesto così difficile la cui azione tuttavia non si esaurisce qui. Si tratta di proseguire il percorso nell’ottica della piena trasparenza, legalità ed efficienza». Lo ha detto il Ministro per la salute Renato Balduzzi oggi a Roma commentando l’importante riconoscimento consegnato al Presidente Gianni Chiodi per la capacità mostrata nella lotta agli sprechi e alle inefficienze garantendo la qualità del servizio sanitario regionale.

Un premio per riconoscere la capacità di quegli amministratori che, attraverso il servizio reso alla Pubblica Amministrazione, hanno “dimostrato che percorrere la strada della sostenibilità è possibile garantendo alla cittadinanza la qualità dei servizi erogati e contribuendo, in linea con gli indirizzi nazionali, alla diffusione della cultura della qualità basata sui principi della misurazione, valutazione e miglioramento continuo delle performance”.

«E’ un bel riconoscimento – ha commentato Chiodi – non solo per la mia persona ma per l’Abruzzo intero. Un motivo di fierezza perché in questo momento c’è bisogno di crederci, una spinta giusta per andare avanti nel nostro percorso e migliorare ancora le prospettive del sistema sanitario regionale. Un premio che sento di condividere oggi con tutti gli operatori sanitari, i direttori delle Asl, la mia maggioranza e con tutti gli abruzzesi.

Abbiamo attuato il rigore cercando di migliorare i livelli essenziali di assistenza e attuando politiche di austerità forse non sempre condivise anche se necessarie. Abbiamo scelto così di tagliare gli sprechi e le inefficienze facendo delle scelte e assumendosi delle responsabilità. Azioni che, se pur necessarie non sempre sono state percepite nella loro giusta dimensione ma i risultati ci sono. L’obiettivo era quello di rientrare in equilibrio per evitare ulteriore tassazione.

Con il riordino del sistema sanitario regionale, i tagli ai costi della politica e la riduzione del debito l’Abruzzo può considerarsi ormai una regione virtuosa». Oltre a Chiodi Federsanità ha premiato, alla presenza del Presidente Nazionale Angelo Lino Del Favero, anche il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Inoltre un premio speciale è stato dedicato anche ad un direttore generale associato a Federsanità ANCI “per la capacità di agire e portare la tua azienda sanitaria in avanzo di esercizio in un contesto di alta complessità territoriale”. A riceverlo Gerardo Mancuso, Direttore della ASP di Catanzaro. E, infine, un giovane laureato dell’Università Cattolica del sacro Cuore di Roma, Francesco Saderis, per la lungimiranza dimostrata nella tesi di laurea e rivolta all’ottimizzazione dei processi di cura”.

X