Scuola, i lavoratori protestano

Più informazioni su

Le organizzazioni sindacali del Comparto Scuola della provincia di L’Aquila – Flccgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda – hanno indetto, per martedì 13 novembre a L’Aquila presso l’ “Auditorium 6 aprile” del Liceo Classico “Cotugno” in via Carducci, dalle 8,30 alle 10,30, un’assemblea sindacale provinciale per denunciare la situazione di difficoltà in cui versa la scuola nel suo complesso e il forte disagio che affligge il personale che vi lavora. Tutto ciò ha portato alla mobilitazione che culminerà nello sciopero generale indetto per il prossimo 24 novembre.

In particolare, l’attuale protesta dei lavoratori è rivolta contro le seguenti misure:

la proposta di legge – licenziata dal Consiglio dei Ministri nelle norme sulla spending review attualmente in discussione alle Camere – che in modo unilaterale aumenta l’orario di servizio dei docenti a parità di retribuzione, in spregio al contenuto del Contratto Nazionale di Lavoro del settore;

il blocco degli scatti di anzianità del personale della scuola, inizialmente revocato da un accordo interministeriale e poi inspiegabilmente sconfessato nei fatti dal Ministero dell’Istruzione;

la proposta di Legge, denominata “Aprea”, in discussione presso la Commissione Cultura della Camera che, se approvata, stravolgerebbe l’attuale assetto degli organi collegiali della scuola con pesanti ricadute sul corretto funzionamento delle scuole e sulla identità di istituzione pubblica della scuola.

Per permettere ai cittadini-elettori di conoscere il pensiero dei propri rappresentanti su argomenti che attengono alla loro vita lavorativa, all’assemblea sono stati invitati i parlamentari eletti nella provincia di L’Aquila e i rappresentanti delle istituzioni a livello provinciale e comunale.

[url”Torna alla Home Scuola e Giovani”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=211[/url]

Più informazioni su