IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Grandi Rischi, reazioni del mondo scientifico

Il mondo scientifico reagisce alla sentenza del Giudice Unico dell’Aquila Marco Billi.

L’ex presidente dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia Enzo Boschi non si aspettava una condanna.

L’Ex vice capo della Protezione Civile Bernardo De Bernardinis si ritiene innocente davanti a Dio e agli uomini.

BOSCHI, SONO AVVILITO, DISPERATO – «Sono avvilito, disperato. Pensavo di essere assolto. Ancora non capisco di cosa sono accusato». Così Enzo Boschi, ex presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), commenta a caldo la sentenza di condanna da parte del giudice del tribunale dell’Aquila per i membri della Commissione Grandi rischi.

DE BERNARDINIS, INNOCENTE DAVANTI A DIO E UOMINI – «Mi ritengo innocente di fronte a Dio e agli uomini». Così il professor Bernardo De Bernardinis, ex vicecapo della Protezione civile e attuale presidente dell’Ispra, ha commentato la sentenza del tribunale dell’Aquila, dal quale è stato condannato a sei anni. «La mia vita da domani cambierà, ma se saranno dimostrate le mie responsabilità in tutti i gradi di giudizio – ha aggiunto – le accetterò fino in fondo».

«La mia credo sia la testimonianza di dignità di un funzionario pubblico» ha aggiunto De Bernardinis, ricordando che ha partecipato a tutte le udienze del processo e che, dopo la condanna, è stato salutato con una stretta di mano dal pm Fabio Picuti. «Il processo ha sviscerato molte cose che dovranno trovare conferma negli altri gradi di giudizio» ha aggiunto De Bernardinis, che ai cronisti che gli chiedevano se rifarebbe ciò che ha fatto, ha risposto: «Non c’erano le condizioni per fare scelte diverse, quelle erano le scelte che potevo fare». «Io avrei voluto evitare non solo questi morti – ha poi aggiunto – ma anche quelli del ’94 in Piemonte e in Irpinia. Forse questo Paese deve cercare di concentrarsi di più per capire quali sono i veri problemi di vulnerabilità e fragilità». E a chi gli chiedeva se da domani cambierà l’atteggiamento degli scienziati, De Bernardinis ha risposto che «senz’altro cambia l’attitudine dell’assunzione delle responsabilità. Io rispondo a procedure nazionali, come il pm risponde al codice penale».

MAIANI, E’ MORTE DEL SERVIZIO PER LO STATO

«E’ la morte del servizio prestato dai professori e dai professionisti allo Stato»: è deciso e senza mezzi termini il commento alla sentenza del processo dell’Aquila da parte del fisico Luciano Maiani, attuale presidente della commissione Grandi rischi.

GEOLOGI, INGIUSTAMENTE ACCUSATO MONDO SCIENTIFICO

Se la sentenza del giudice del tribunale dell’Aquila «dovesse riguardare la mancata previsione del sisma, ciò significherebbe mettere sotto accusa l’intera comunità scientifica che, ad oggi, in Italia e nel mondo, non ha i mezzi per poter prevedere i terremoti». Lo afferma il presidente del Consiglio dei geologi, Gianvito Graziano.

GRESTA (INGV), SONO SCIOCCATO

«Sono scioccato»: il presidente dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (ingv), Stefano Gresta, ha commentato così la sentenza emessa a conclusione del processo Grandi rischi. «E’ l’unico commento che mi viene dal cuore – ha aggiunto – e l’unica cosa che penso è che fra i condannati ci sono colleghi e amici».

DIFESA BARBERI, SENTENZA SBALORDITIVA – «Una sentenza sbalorditiva e incomprensibile, in diritto e nella valutazione dei fatti». Questo il commento dell’avvocato Marcello Petrelli, difensore del professor Franco Barberi. «Una sentenza che – ha aggiunto – non potrà che essere oggetto di profonda valutazione in appello».

DINACCI, CON SENTENZA RIPERCUSSIONI SU P.A. – «Questa sentenza avrà grosse ripercussioni sull’apparato della pubblica amministrazione. Nessuno farà più niente». Questa la reazione dell’avvocato Filippo Dinacci, difensore dell’ex vicecapo della Protezione civile e attuale presidente dell’Ispra, Bernardo De Bernardinis, e del direttore del servizio sismico del dipartimento della Protezione civile, Mauro Dolce.

[url”Grandi Rischi: sei anni per tutti”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=38498&typeb=0[/url]

[url” LEGGI LA CRONACA DEL GIORNO DELLA SENTENZA”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Detail_News_Display?ID=38431&typeb=0&Grandi-rischi-il-giorno-della-sentenza[/url]

[url”Torna alla Home Cronaca”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=206[/url]

X