IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Cori contro Morosini, atto di bestiale inumanità

Più informazioni su

di Xavier Jacobelli

L’inenarrabile campionario di vergogne del calcio italiano, oggi a Livorno si è arricchito di un altro, ributtante capitolo. Alcuni ultrà del Verona, presenti allo stadio Armando Picchi, hanno intonato cori contro Morosini, centrocampista del Livorno morto sul campo il 14 aprile scorso a Pescara, all’età di 24 anni.

La sua tragica scomparsa e la sua storia di ragazzo che aveva sopportato con straordinario coraggio la scomparsa dei genitori e del fratello e aveva profuso ogni sforzo per coronare il sogno di diventare calciatore, avevano suscitato la commozione di tutti, così come impressionante era stata la partecipazione popolare al lutto per Mario. Mario che era uno di noi e per questo noi, adesso, siamo offesi, indignati, imbestialiti per ciò che è accaduto nello stadio in cui, in aprile, migliaia di tifosi del Livorno si erano assiepati per salutare Morosini prima che il suo feretro partisse per Bergamo.

Non sappiamo da quale sordido abisso di inumanità sia scaturito questo gesto, filmato dalla Digos.

Sappiamo che ha perfettamente ragione George Bernard Show quando afferma: “Più conosco gli uomini, più apprezzo gli animali”.

P.S.: ORE 18.30, il Verona si dissocia e chiede scusa per i cori contro Morosini. Dopo i vergognosi cori indirizzati da alcuni ultras del Verona a Piermario Morosini, oggi a Livorno, il club scaligero ha emesso questo comunicato: “L’Hellas Verona F.C. Spa, in seguito a un coro offensivo nei confronti di Piermario Morosini, intende porgere le proprie scuse più sentite e si dissocia da taluni comportamenti e atteggiamenti che ledono la memoria e l’onore del calciatore del Livorno scomparso. Nonostante l’orgoglio per la propria tifoseria, da sempre sostenitrice impeccabile dei nostri colori, l’Hellas Verona F.C. Spa intende debellare con forza cori di questa natura, perché la tragedia di Piermario Morosini è un dolore che non può essere infangato”.

[url”Torna al Network Mister x per IlCapoluogo.it”]http://ilcapoluogo.globalist.it/blogger/Xavier%20Jacobelli[/url]

Più informazioni su

X