IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

Dedicato a Gigi Meroni, la Farfalla Granata

Quarantacinque anni fa, in Corso Re Umberto, a Torino, mentre attraversava la strada assieme a Fabrizio Poletti, suo grande amico, Gigi Meroni veniva travolto e ucciso da un’automobile.

Aveva soltanto 24 anni.

Meroni era la Farfalla Granata, come felicemente l’ha definito Nando Dalla Chiesa nel bellissimo libro dedicato ad un giocatore unico che coniugava la classe alla fantasia, l’estro all’originalità. Era un simbolo del Toro. Nessun tifoso del Toro e chiunque ami il calcio, può dimenticarlo. Meroni amava la poesia. Ermanno Eandi, poeta granata, lo ricorda con questi versi.

GIGI MERONI

di Ermanno Eandi*

Che dire di te,

quando anche il tempo

si è fermato nel tuo nome.

Pneumatici color ballila,

solcano le strade del ricordo,

occhiali scuri

celano dolcezza,

diverso per essere simile

urli il silenzio dell’anima,

scomodo per un mondo falso.

La giostra dell’amore,

una luce nel cuore di Cristiana

autoscontri di dolcezza

nel luna park del suo sguardo.

Una tela lunga una vita,

pennellate e cross

per dipingere l’impossibile,

abiti inediti indossano la tua fantasia….

In una sera di mezzo ottobre

il sorriso si stinse nel tramonto,

presto… troppo presto

Che dire di noi,

con il pennello dell’affetto

dipingiamo tele mai dipinte

per te

lariano dal cuore granata,

giocoliere di un attimo…

Gigi..

Gigi Meroni.

www.eandiermanno.it

X