IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Agenzia Casa: così il Comune combatte il nero

Sono 48 gli immobili gestiti per 190 posi letto, 120 invece le richieste degli studenti. Sono stati 11 i contratti chiusi grazie alla mediazione del comune dell’Aquila. Questi i dati dei primi tre mesi di lavoro dell’agenzia Casa, servizio del comune dell’Aquila, nell’ambito del progetto “Una città a dimensione di studente” finanziato dall’Anci.

L’obiettivo dell’agenzia è soprattutto quello di calmierare i prezzi dei canoni e di fare emergere gli affitti in nero. In prospettiva l’agenzia metterà a disposizione degli studenti anche gli alloggi del progetto Case, una volta tornati disponibili, di Coppito e Roio.

Attraverso lo sportello ed il [url”sito internet”]http://www.comune.laquila.gov.it/pagina350_agenzia-casa-per-studenti-universitari.html[/url], l’utenza può reperire i moduli di adesione e richiedere ogni tipo di informazione.

Al lavoro nell’agenzia vi sono due operatrici che ricevono tutte le richieste. É stato inoltre progettato ed implementato un data base informatico per la raccolta delle domande e delle offerte. L’utilizzo del data base consente poi di incrociare la domanda e l’offerta. Studenti e proprietari depositano i propri dati compilando una scheda. L’immobile viene così inserito nella banca dati.

Fra le attività svolte c’è l’istituzione di un punto di accoglienza, l’erogazione di informazioni e assistenza fiscale e legale, selezione degli immobili che vengono certificati l’assistenza legale e il servizio informazioni. Sono stati 220 gli appuntamenti in sede, 250 le richieste telefoniche, 290 e-mail, 65 appuntamenti fuori sede, 180 consulenze telefoniche.

«L’obiettivo è attrarre le famiglie e i proprietari anche perché nel bilancio 2012 sono previste riduzioni e sgravi per chi mette case a disposizione – ha spiegato l’assessore Stefania Pezzopane – La crescita delle utenze ha avuto una evoluzione esponenziale. All’inizio c’era diffidenza dei proprietari. Poi però sono stati rassicurati dalla serie di facilitazioni fiscali e consulenze gratuite. In particolare negli ultimi due mesi si è registrata una impennate di offerta».

Poi un dato statistico: uno studente è disposto a pagare per una camera singola 225 euro al mese, più alta invece l’offerta che si attesta sui 242 euro; per uan stanza doppia invece sono pronti a sborsare 190 euro, in questo caso l’offerta coincide.

[A.Cal.]

X