IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila come smart city

La scorsa settimana si è tenuta la riunione del tavolo di lavoro Smart City, convocata dall’assessore alla Smart City Alfredo Moroni, per indirizzare l’attività del Comune dell’Aquila verso le opportunità date dai fondi comunitari e dai bandi nazionali sulle Smart City.

Dalla riunione è emersa la volontà del Comune e di tutti i partecipanti, espressione del territorio, di prender parte a tutte le iniziative inerenti l’oggetto del tavolo. Si è così inaugurato un percorso di crescita territoriale che sarà scandito da numerosi appuntamenti per la predisposizione dei progetti per i futuri bandi Smart City e per un’elaborazione costante del modello “Smart” della Città dell’Aquila. In particolare, durante l’incontro è stata illustrata dalla professoressa Maria Prezioso (docente dell’ Università di Torvergata ) un’idea progettuale per la risposta all’“Avviso per la presentazione di idee progettuali per smart cities and communities and social innovation”.

Tale progetto, qualora fosse condiviso, necessiterà della partnership delle imprese. «Quest’oggi riprendiamo un percorso nato nel settembre dello scorso anno.- ha dichiarato l’assessore Alfredo Moroni – Un percorso non semplice ma che ci ha concesso di maturare anche all’interno della stessa Amministrazione comunale. Nel corso dell’anno abbiamo infatti partecipato ad alcuni bandi e progetti ed ora abbiamo un’altra occasione importante da non perdere. Dobbiamo prepararci ai bandi Pon che scadranno a novembre affinchè possano essere soddisfatti da esiti positivi. Proprio per questo oggi siamo qui. – ha proseguito Moroni – Per poter riflettere su alcuni progetti e per entrare nel dettaglio delle proposte. È necessario trovare un modello per giungere preparati alla risposta al bando e per dare vita ad una traccia che coinvolga tutti gli attori del territorio e stabilisca un rapporto effettivo tra la pubblica amministrazione e popolazione anche per definire un vero modello partecipativo e innovativo in fase di ricostruzione, al fine di impostare una progettazione integrata di tutti gli aspetti che riguardano la Città. All’interno di questa strategia non potrà mancare il tessuto imprenditoriale. Non possiamo approcciare a questo lavoro senza una fetta importante della nostra società come le imprese. Per far ciò dobbiamo operare su diversi settori, quello umanistico, quello teconogico e sulla ripianificazione del territorio. Tutte le scelte che faremo dovranno tenere in considerazione la risocializzazione nel nostro territorio, necessaria soprattutto a causa della provvisorietà che stiamo vivendo.. Il Comune dell’Aquila può essere coordinatore di questi progetti ma non unico interlocutore. È importante creare un contenitore nel quale operare tutti insieme. Questo tavolo deve crescere e far si che il sistema delle automie locali, le imprese e le associazioni di categoria abbiano un proprio ruolo e obiettivo per il bene comune della nostra Città e del territorio».

«A questo proposito – ha concluso Moroni – parteciperò il prossimo 18 ottobre, presso la Fiera Rho di Milano, all’iniziativa “Smart Village” ed in particolare all’evento “La costruzione della Smart City: best practices a confronto”. In quella occasione sarà fondamentale il confronto con altre città del territorio nazionale che si preparano ad affrontare la sfida a diventare città Smart. Saremo presenti anche alla prima edizione di “Smart City exhibition” a Bologna, una manifestazione dedicata alle città intesa come insieme di flussi informativi e reti di relazioni e comunicazioni, fisiche e digitali, caratterizzate dalla capacità di creare capitale sociale, conoscenza diffusa e benessere per le persone».

X