Macerata per L’Aquila

Più informazioni su

Nell’ambito del festival delle arti ‘Macerata Ospitale’ – in programma a Macerata fino al 30 settembre – ci saranno tre nuovi eventi dedicati alla realtà aumentata. Uno di questi è dedicato a L’Aquila, che dal 30 giugno scorso ospita una mostra permanente in realtà aumentata “[i]Poesia di strada in realtà aumentata[/i]”, curata dal gruppo maceratese Adam Accademia delle Arti.

La realtà aumentata è un arricchimento della percezione umana, attraverso informazioni o mezzi elettronici che superano la percezione dei cinque sensi. Questo tipo di esperienza ci permette di visualizzare, attraverso un dispositivo mobile (smartphone, tablet), quello che ad occhio nudo non è immediatamente visibile.

La scelta dell’Aquila come sede della mostra non è assolutamente casuale. Essa vuole rappresentare una vera e propria “scossa per la società”:muovendosi in zone ancora spezzate dal sisma, si suggeriscono nuovi scenari fortemente comunicativi.

Questi gli appuntamenti previsti a Macerata.

14 settembre, APERTURA MOSTRE: “[i]Percorso nella memoria delle case di terra di Ficana[/i]” e mostra in realtà aumentata “[i]Poesia di strada[/i]” a Villa Ficana. Uno dei pochi esempi di agglomerati urbani formati da case in terra cruda. Adam Accademia allestisce per Gruca una mostra in realtà aumentata curata da Giuliana Guazzaroni e Adam: ore 16 Borgo Ficana, Macerata.

26 settembre, ALLA SCOPERTA DELLA REALTÀ AUMENTATA: Passeggiata guidata da Giuliana Guazzaroni per scoprire la mostra permanente allestita a Macerata e dedicata a Poesia di Strada. Partenza alle ore 21,30 punto di ritrovo agli Antichi Forni di Macerata.

29 settembre, MACERATA PER L’AQUILA: Arte, tecnologia e solidarietà per una rinascita. Incontro con Massimo Prosperococco (Progetto “Noi, L’Aquila”, di Google – ANFE – Comune dell’Aquila) e Barbara Vaccarelli (L’Aquila eMotion) intervistati da Giuliana Guazzaroni. Appuntamento alle ore 18 agli Antichi Forni di Macerata.

[url”Torna al Network Una finestra sul mondo”]http://ilcapoluogo.globalist.it/blogger/Goffredo%20Palmerini[/url]

Più informazioni su