IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Vukusic, serie A è un’occasione unica

Più informazioni su

Prime parole (ma in croato) per il nuovo attaccante del Pescara Ante Vukusic (classe ’91) che questo pomeriggio in conferenza stampa ha svelato i retroscena del suo arrivo in Abruzzo: «Non ero molto convinto all’inizio di lasciare il mio Paese, ma poi, parlando anche con i miei familiari (e anche con Sliskovic e Rapajc) mi sono detto che la A italiana poteva essere una occasione unica e che non potevo lasciarmi sfuggire e così ho accettato con entusiasmo Pescara».

L’ex giocatore dell’Hajduk Spalato ha anche rinunciato a tre mensilità della sua ex squadra per trasferirsi sull’altra sponda dell’Adriatico: «Non è la fine del mondo. I soldi non sono per me la cosa più importante. Se avessi voluto pensare solo a quelli sarei andato in Russia dove alcune squadre mi avevano cercato».

Vukusic scalpita ed è pronto a scendere in campo già sabato nell’anticipo (ore 18) col Torino: «Non ho ancora parlato col mister. Spero ovviamente di giocare e di contribuire alla salvezza del Pescara. Il campionato italiano è più difficile di quello croato, ma sono pronto a fare tanti gol per la mia nuova squadra».

Su Vukusic ha speso belle parole Edy Reja che lo avuto tre stagioni fa (quando il giocatore era appena 18enne) proprio nell’Hajduk. Il giocatore, paragonato a Pippo Inzaghi ha però un altro idolo sempre rossonero: «Io mi ispiro a Pato. Il mio sogno è quello di un giorno, magari, quello di giocare con il Milan».

Ante Vukusic in questo avvio di stagione ha collezionato 5 presenze con l’Hajduk, mettendo a segno 3 reti (una contro l’Inter nei preliminari di Europa League). Nella passata stagione sempre con la formazione croata aveva giocato 24 gare con 12 gol realizzati. Nella sua carriera Vukusic ha giocato nel 4-3-2-1 e nel 4-4-2, ma non con il 4-3-3 di Stroppa.

Più informazioni su

X