IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Servizi associati: ‘Creare sistema Marsica’

Avezzano – Servizi associati e riordino delle Province al vaglio dei sindaci marsicani: il summit promosso dal primo cittadino Giovanni Di Pangrazio, è in agenda il 5 settembre al municipio di Avezzano.

L’obiettivo dell’incontro è elaborare una strategia condivisa, per affrontare i problemi che derivano dalla riforma istituzionale riguardante il riordino delle Province e dagli obblighi imposti della “spending review”, «puntando – si legge in una nota del Comune di Avezzano – a salvaguardare le strutture amministrative pubbliche a servizio dell’intera Marsica essenziali per i cittadini».

«Sul fronte province – continua la nota – il vertice rappresenta un momento chiave per fare squadra e mettere sul tavolo una proposta chiara: la Marsica è un territorio importante della Regione, non può subire ulteriori riduzioni di presidi e attività amministrative vitali per il territorio. La conferenza, quindi, dovrebbe porre le basi per l’attivazione di un percorso teso a fermare le spoliazioni, razionalizzare l’erogazione dei servizi comunali sul territorio e ottimizzare l’organizzazione delle funzioni in linea con le leggi 122/2010 e 148/2011 e le ultime norme attivate dal D.L. 95/2012 che impongono la gestione associata delle funzioni per i Comuni minori».

«In questa prospettiva – spiega Di Pangrazio – il Comune di Avezzano intende attivare una sinergia con le amministrazioni del comprensorio per sviluppare opportune forme di cooperazione nella gestione delle funzioni comunali, mettendo a disposizione la propria struttura organizzativa per operare insieme su area vasta. Collaborazioni che potrebbero trovare risposta in uno strumento flessibile, quale la convenzione tra enti che consente aggregazioni differenziate per ciascuna funzione associativa, con un modello a ‘geometria variabile’ che tenga conto delle specificità di ogni Amministrazione, anche di quelle superiori ai 5 mila abitanti per le quali non sussiste obbligo normativo. I servizi in convenzione possono produrre risparmi destinati a sostenere le famiglie che in questo momento di crisi si trovano in condizioni economiche disagiate».

«I Comuni – conclude la nota dell’amministrazione comunale di Avezzano – potranno aderire nei tempi e nei modi ritenuti più adeguati a un modello di gestione associata per creare un sistema “Marsica” che veda unito il territorio per la gestione dei nuovi servizi, punto di riferimento per le altre istituzioni sovracomunali».

Al vertice del 5 settembre parteciperà anche Alberto Di Bella, consulente Anci e desperto delle tematiche dell’associazionismo tra i Comuni.

[url”Torna alla Home Marsica”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X