IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Avezzano: sequestrata discarica

Area del Salviano ‘deturpata’ da rifiuti pericolosi, scatta il sequestro della Polizia locale. Il reparto di tutela ambiente e territorio ha posto i sigilli a un manufatto abusivo e all’area circostante, in località Fosso Ciamarra, trasformati come sottolinea l’amministrazione comunale di Avezzano in una nota «in una mega-discarica di rifiuti pericolosi: lastre di eternit, accumulatori di piombo, isolatori di linee elettriche, bidoni, contenitori di olio, lastre di vetro, guaine ed elettrodomestici».

L’operazione del reparto coordinato dal comandante Luca Montanari ha portato anche alla denuncia alla Procura della Repubblica del proprietario del sito ‘contaminato’ posto sotto sequestro preventivo al fine di impedire la prosecuzione del reato e l’aggravarsi della situazione sotto il profilo ambientale.

Il sindaco, Giovanni Di Pangrazio, plaude al lavoro della Polizia locale «che – sottolinea – ha colto in pieno la linea dell’amministrazione che mette in cima alla lista delle priorità, la difesa dell’ambiente e la tutela della salute. Linea fissata nel Peg, dove la giunta comunale ha trasferito 100 mila euro dalle violazioni al codice della strada alla lotta contro gli inquinatori della natura e del territorio».

Più tolleranza in città e lotta senza quartiere agli inquinatori, quindi, ne rappresentano la filosofia operativa. Sul fronte dei controlli a tappeto del territorio, comunque, in linea con le indicazioni dell’amministrazione comunale, il reparto guidato dal capitano Giulio Bonanni ha individuato altre pericolose mini-discariche, soprattutto di eternit e di altri rifiuti pericolosi, nella zona nord della città, in via delle Vittime civili di guerra. L’analisi sui rifiuti smaltiti illegalmente sta portando l’individuazione degli autori, mentre la polizia locale ha chiesto l’intervento dell’Arta (Agenzia regionale di tutela ambientale) per far analizzare le lastre di amianto abbandonate, per poi passare alla bonifica. Operazione realizzata in questi giorni in località Peschio Grande dove erano state abbandonate altre lastre di amianto.

[i]

[url”Torna alla Home Marsica”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url][/i]

X