IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Asilo ‘Orsetto Bernardo’, gara per locazione

Avezzano – Al via la gara per la concessione in locazione dell’asilo Orsetto Bernardo, l’immobile, attrezzato e arredato, da utilizzare come nido d’infanzia.

Il termine di scadenza per la ricezione delle offerte è fissato al 21 agosto, il giorno successivo si procederà all’apertura delle buste e all’affidamento immediato.

Il prezzo base annuo per la locazione in forma sperimentale dell’immobile -con annessa l’area che circonda l’edificio- è di 30.000 euro più Iva. Il prossimo anno scolastico segnerà il passaggio al nuovo corso dei servizi rivolti alla prima infanzia.

«L’obiettivo primario dell’amministrazione Di Pangrazio – spiega l’assessore alle politiche sociali Patrizia De Michelis – è quello di creare una rete di asili certificati per dare risposte più ampie alle esigenze delle famiglie: dalle 32 del passato a quasi un centinaio per il futuro».

Con il nuovo sistema, infatti, tutti gli asili accreditati consentiranno alle famiglie che hanno i requisiti, la possibilità di accedere ai contributi pubblici. Comune e Regione sosterranno il progetto con un finanziamento ad hoc, che garantirà la possibilità di erogare il sostegno economico a circa 70 famiglie in più rispetto a quanto stabilito nel bilancio degli anni precedenti, quando l’intera somma veniva spesa per i 30 bambini dell’asilo ‘Orsetto Bernardo’, gestito dalla cooperativa Zefiro e avviato verso la privatizzazione dalla precedente amministrazione per l’insostenibilità della spesa.

«Nonostante la scarsa disponibilità di risorse – aggiunge l’assessore De Michelis- si realizzerà un sistema di servizi di qualità certificati dal controllo pubblico. Per ottenere il ‘convenzionamento’, infatti, tutti gli asili nido di Avezzano dovranno essere in possesso dei requisiti stabiliti dalla Regione (struttura, figure professionali, rapporto operatori/bambini, progetto educativo, e così via). Sul rispetto delle regole vigilerà un esperto del settore, nominato dal Comune, che avrà il compito di monitorare le attività e il gradimento dei genitori. Nel bando sono previste anche norme di salvaguardia degli operatori dell’ex asilo comunale: sarà, infatti, prescelta l’offerta del concorrente che avrà dichiarato di voler impegnare nel nido almeno il 40% delle unità lavorative dell’anno precedente».

Il testo integrale del bando e gli allegati sono pubblicati all’albo pretorio on line del Comune, disponibili sul sito istituzinale dell’ente e consultabili all’ufficio patrimonio in piazza della Repubblica numero 8.

[url”Torna alla Home Marsica”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X