IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Carenze strutturali gravi in Via dei Sali

di Roberta Galeotti

Brutta sorpresa per i condomini del palazzo di Via dei Sali n. 3 e 5 che avevano finalmente assistito all’inizio dei lavori e che speravano in una riconsegna imminente.

Il palazzo classificato ‘C’ è quello che si affaccia su piazza Regina Margherita e dove si trovava prima del sisma il negozio della Malboro Country.

Dopo 3 settimane di demolizioni e 120 metri cubi di materiali smaltiti, la struttura che è apparsa ai 6 lavoratori dell’azienda incaricata del recupero si è rivelata completamente inadeguata per il coefficiente di sicurezza necessario alla ristrutturazione.

Dopo le diverse segnalazioni giunte in redazione abbiamo contattato i referenti dell’azienda che ci hanno illustrato le carenze strutturali rilevate, appunto, dopo le demolizioni.

Il palazzo risale agli anni 50 ma è circondato da edifici di pregio del ‘500 che hanno reso più difficili le verifiche ed i sopralluoghi iniziali, solo successivamente alle prime operazioni di demolizione si sono rilevate delle carenze strutturali molto gravi che hanno portato a richiedere una nuova verifica/sopralluogo e quindi alla declassificazione del palazzo in ‘E’ o, addirittura, all’abbattimento.

Dovranno aspettare anche le attività commerciali, tra cui sembra ci fosse anche una ‘braceria’, che avevano già programmato di collocarsi in quell’edificio e che avevano predisposto quanto prima la riapertura dell’attività.

[url”Torna alla Home Cronaca”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=206[/url]

X