IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Poca acqua per agricoltura, ma il lago di San Raniero è inutilizzato

«Mentre la campagna muore per la siccità, il lago di San Raniero è pieno di acqua che non può essere utilizzata perché la condotta che preleva l’acqua dal lago è rotta dal terremoto e nessuno si è preoccupato di farla sistemare, e intanto le colture delle nostre terre muoiono». Il consigliere Comunale Tonino De Paolis si rivolge al Sindao dell’Aquila e al Presidente della Regione e della Provincia oltre che del Consorzio di Bonifica «Perché si attivino al più presto per un intervento di risistemazione della rete di adduzione che preleva l’acqua e la immette nella rete. Il Consorzio di Bonifica Aterno e Saggitario con sede a Pratola Peligna, si difende dalle critiche dicendo di non avere ha disposizione i 60 /70 mila euro necessari per la riparazione.

Le campagne del comprensorio di Bagno e Ocre utilizzano l’acqua dei laghi di San Raniero e San Giovanni, acque belle e pulite che rendono fertili i nostri campi, dove buona parte dei terreni sono coltivati ad  ortaggi, patate mais ecc. Dal terremoto si utilizza solo l’acqua del lago di San Giovanni e in un estate così torrida si sta rischiando la siccità, ecco perché si rende urgente da subito un intervento anche provvisorio che prelevi l’acqua anche dal lago di San Raniero e la immetta nella rete per l’irrigazione, in attesa di un lavoro definitivo di risistemazione».

[i]

[url”Torna alla Home Attualità”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=202[/url][/i]

X