IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Addio all’onorevole Sandirocco

Più informazioni su

«Profondo cordoglio e tristezza a nome mio personale e dell’Assemblea regionale abruzzese per la scomparsa dell’On. Luigi Sandirocco. Per l’Abruzzo è stata una figura di alta levatura politica, che ha contribuito allo sviluppo sociale ed economico della regione. Egli, infatti, è stato protagonista dell’Assemblea regionale nella prima, seconda e terza Legislatura, prima di essere eletto, nel 1983, in Parlamento. Grazie al suo ruolo politico di padre costituente della Regione Abruzzo, Luigi Sandirocco è riuscito a impreziosire l’istituzione legislativa regionale, che, in quegli anni, muoveva i primi passi». Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio regionale, Nazario Pagano, dopo aver appreso la notizia della scomparsa dell’On. Luigi Sandirocco, esponente regionale del Pci.

D’AMICO, UOMO DI GRANDE SPESSORE E UMANITA’ – «Un uomo di grande spessore ed umanità. Cresciuto con l’esperienza delle lotte contadine del Fucino degli anni 50 e dirigente sindacale durante la riforma agraria – ricorda D’Amico – e’ stato consigliere comunale ad Avezzano e sindaco di Luco dei Marsi. Passato a dirigere il comitato regionale del Partito Comunista Italiano ha continuato a spendersi con umilta’ grande quanto la sua gentilezza, la coerenza e la tenacia del suo impegno per la crescita civile e culturale dell’Abruzzo intero e del movimento per l’emancipazione dei contadini e dei lavoratori. E’ stato consigliere regionale e deputato del PCI senza dimenticare neppure un giorno le motivazioni e la missione a cui da giovanissimo, quattro anni di prigionia in Russia avevano formato la sua coscienza antifascista e politica, aveva deciso di votarsi: sempre accanto agi ultimi per essere, tutti insieme, primi ed eguali in un mondo piu’ giusto. Abbraccio con grande affetto la famiglia Sandirocco ed invio le mie piu’ sentite condoglianze».

LEGNINI, HA CONTRIBUITO NASCITA ENTE REGIONE – «Con Gigetto Sandirocco non va via uno dei piu’ autorevoli esponenti della sinistra abruzzese, ma uno dei padri costituenti dell’istituzione Regione Abruzzo. Dirigente sindacale e politico di lungo corso – ricorda Legnini – ha legato il suo nome alle principali battaglie della sinistra nel Dopoguerra, cominciando da quelle per la riforma agraria nel Fucino. Da consigliere regionale ha contribuito in maniera determinante alla nascita dell’istituzione Regione Abruzzo, divenendone uno dei padri costituenti e vivendone da protagonista la prima parte della sua vita. Non ha smesso mai di difendere le ragioni della sua terra in ognuna delle sue funzioni: da parlamentare, da militante, da intellettuale. Apparteneva a quella generazione di ferro alla quale noi abruzzesi di oggi dobbiamo guardare con profondo rispetto e gratitudine, e da cui abbiamo il dovere di trarre gli insegnamenti migliori».

PD, HA DEDICATO VITA A RISCATTO ABRUZZO – «Luigi Sandirocco ha dedicato tutta una vita alla costruzione di un progetto di riscatto dell’Abruzzo e delle popolazioni piu’ disagiate, da semplice attivista fino al parlamento. Il suo ricordo resta uno dei piu’ vivaci nella storia della sinistra abruzzese ma soprattutto un insegnamento di energia, passione e dedizione per chi vuole iniziare una battaglia di cambiament. Nelle molte funzioni alle quali e’ stato chiamato, da dirigente sindacale a segretario del Pci a uomo delle istituzioni nella Regione e nel Parlamento, Sandirocco non ha mai perso quella passione e dedizione che ha spinto molti cittadini ad affidarsi a lui in momenti storici ineguagliabili come le lotte nel Fucino. Alla famiglia Sandirocco va l’abbraccio di tutto il Pd abruzzese».

Più informazioni su

X