IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Santo Stefano accoglie marmi e tele degli Uffizi

Santo Stefano di Sessanio – Dal 7 luglio al 30 settembre 2012 nuova mostra di opere d’arte dalla Galleria degli Uffizi nel borgo abruzzese di Santo Stefano di Sessanio. I temi centrali quest’anno saranno il paesaggio e la pastorizia.

La ‘condivisione di affetti’ tra Firenze e Santo Stefano di Sessanio si rinnova anche quest’anno, con l’intento di affiancare al momento della ‘ricostruzione’ – tema dominante della prima edizione, che si inseriva nei programmi di recupero dei borghi dell’aquilano devastati dal terremoto – la riscoperta dei legami storici e commerciali e delle reciproche influenze culturali tra Abruzzo e Toscana.

Il taglio del nastro della nuova edizione della mostra è previsto per oggi, sabato 7 luglio, alle ore 12, con i saluti dei promotori dell’evento e dei rappresentanti delle istituzioni e con la partecipazione del Gonfalone della Città di Firenze, lo storico stendardo del capoluogo toscano che accompagna le manifesta come segno di amicizia nei confronti del borgo mediceo e dei suoi abitanti.

Si tratta di una rassegna inedita, composta da opere che, essendo conservate nelle stanze della riserva degli Uffizi o in luoghi fuori dell’ordinaria frequentazione, sono poco conosciute o addirittura ignote. La scelta delle opere ha un filo conduttore legato a elementi antropologici, ma soprattutto celebra l’integrità paesaggistica della montagna abruzzese e in particolare del piccolo borgo montano di Santo Stefano di Sessanio.

Sono ventinove le opere esposte, che andranno a impreziosire la sede municipale e alcuni suggestivi e caratteristici locali distribuiti nel centro storico del borgo – Le Carceri e le Botteghe dell’artigianato domestico, dei decotti e dei fermentati, messi a disposizione dall’Albergo Diffuso Sextantio – riproponendo la formula itinerante che la scorsa edizione aveva riscosso un ottimo consenso e presentando aspetti importanti della realtà rurale: Firenze, il paesaggio e i mestieri legati alla vita montana e contadina. Un’occasione per offrire un percorso di visita più ampio e dettagliato del borgo e consentire di ammirare le magnifiche testimonianze architettoniche lasciate in eredità dall’illustre famiglia fiorentina, tra cui spicca lo stemma dei Medici nella maestosa porta d’ingresso.

Numerosi e ragguardevoli sono, nelle raccolte della Galleria degli Uffizi, i dipinti che ritraggono paesaggi lussureggianti, vivida testimonianza di quell’attività pittorica che andò a intensificarsi a Firenze come a Roma soprattutto a partire dal Seicento, secolo per eccellenza della pittura del paesaggio. Infine preziosi marmi romani avranno il compito di illustrare i sentimenti degli antichi nei riguardi di quegli stessi temi esibiti nei quadri.

Non solo arte figurativa. Nel periodo di svolgimento della mostra, il Teatro Stabile d’Abruzzo porterà in scena spettacoli itineranti ispirati alle opere in esposizione.

Con questa seconda mostra i promotori dell’iniziativa – il Comune di Santo Stefano di Sessanio, la Galleria degli Uffizi di Firenze, il Comitato per il rilancio di Santo Stefano di Sessanio e l’Agenzia di Comunicazione Carsa di Pescara – consolidano il rapporto di collaborazione culturale che ha visto la luce nel 2011 con la mostra “Condivisione di affetti”. Un legame di straordinaria valenza strategica e promozionale che si avvia a ripetere l’enorme successo dello scorso anno, con oltre 14.000 visitatori.

Ad aprire la cerimonia di inaugurazionr il sindaco di Santo Stefano Antonio D’Aloisio, seguito dagli interventi di Umberto De Augustinis, vice segretario generale della presidenza del Consiglio dei ministri, Antonio Natali, direttore della Galleria degli Uffizi e curatore della Mostra, Eugenio Giani, presidente del consiglio Comunale di Firenze, Mauro Di Dalmazio, assessore al Turismo della Regione Abruzzo, Roberto Di Vincenzo, presidente di Carsa, Daniele Kihlgren, Presidente di Sextantio Albergo Diffuso, Eliseo Iannini, amministratore del Gruppo Iannini, Walter Mazzitti, presidente del Comitato per la rinascita di Santo Stefano di Sessanio e Gianni Letta.

Confermate le presenze del presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Nazario Pagano, del prefetto dell’Aquila, Giovanna Maria Rita Iurato, del presidente della Camera di Commercio dell’Aquila, Lorenzo Santilli, del presidente della Fondazione Carispaq, Roberto Marotta e del consigliere del Ministro per gli Affari Commerciali dell’Ambasciata Americana a Roma, Carmine D’Aloisio.

[url”Torna alla Home Eventi”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=205[/url]

X