IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Macerie private: on line circolare esplicativa

Il soggetto attuatore per la rimozione delle macerie comunica che sul sito internet www.commissarioperlaricostruzione.it nella sezione “Normative e documenti” è disponibile una circolare esplicativa sulle norme e le procedure per lo smaltimento delle macerie private, delle terre e rocce da scavo e dei rifiuti non urbani derivanti dalle demolizioni o dai lavori di ricostruzione degli edifici danneggiati dal sisma del 2009.

La circolare chiarisce che, come previsto dall’[i]Opcm 4014/2012[/i], le imprese incaricate dei lavori sono obbligate a comunicare le informazioni relative ai rifiuti movimentati, secondo le modalità stabilite dal Commissario delegato per la Ricostruzione.

«La mancata o incompleta esecuzione delle comunicazioni – si legge nella nota – comporta la revoca dei relativi finanziamenti pubblici, nonché la revoca delle autorizzazioni ed abilitazioni al trasporto a carico delle ditte inadempienti».

Le modalità di comunicazione delle informazioni relative ai rifiuti movimentati sono state stabilite dal decreto commissariale numero 111 del 30 aprile 2012 e devono essere applicate a decorrere dal 15 giugno 2012.

Il soggetto attuatore ha definito inoltre le fasi di avvio del sistema che prevedono la registrazione dell’impresa a partire dal 15 giugno 2012, prima dell’inizio dei trasporti, e la registrazione degli spostamenti obbligatoria dal 1 agosto 2012; avere a bordo il dispositivo OBU funzionante sarà invece obbligatorio dal 1° settembre 2012.

Per facilitare il monitoraggio, la circolare sullo smaltimento delle macerie private fornisce anche chiarimenti ai quesiti circa le modalità di registrazione dei veicoli utilizzati dalle imprese, le modalità di acquisto del dispositivo OBU e l’utilizzo su più mezzi registrati, il canone annuo per il servizio di tracciamento, la predisposizione di uno spazio fuori del cantiere per la gestione dei rifiuti, le modalità di trattamento dei beni di interesse architettonico, artistico e storico, la sistemazione dei cassoni, gli adempimenti che competono all’impresa che effettua il trasporto, la remunerazione del trasporto, la possibilità di effettuare il conferimento di macerie private presso le aree di deposito temporaneo, la chiusura del viaggio, le responsabilità a carico del committente e dell’impresa.

[i]

[url”Torna alla Home Utili”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=203[/url][/i]

X