IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

‘Subito la nuova sede della Provincia’

«Aprire subito il cantiere per la realizzazione della nuova sede degli uffici della Provincia dell’Aquila». A sollecitare un rapido intervento è Elvezio Sfarra, Segretario Fp-Cisl della provincia dell’Aquila, che fa riferimento alla raccolta di firme avviata dai dipendenti dell’ente. «Il personale di alcuni uffici della Provincia, dal 6 aprile 2009, opera in condizioni precarie e disagiate», dichiara Sfarra, «mi riferiscono, in particolare, al settore viabilità, al Centro per l’impiego, all’ufficio del personale, alla formazione professionale, alla biblioteca e alla polizia provinciale. La Provincia ha recentemente deliberato la realizzazione di una nuova e moderna sede in località Villa Gioia. Un progetto da 18 milioni di euro che garantirà, insieme alla sede di Sant’Agostino, un’adeguata sistemazione di tutti i servizi e del personale. Progetti che tuttavia richiedono tempi abbastanza dilatati, soprattutto per gli uffici di via Sant’Agostino, dove è previsto un intervento spalmato in cinque anni».

«A fronte di tutto ciò», aggiunge Sfarra, che ha incontrato i componenti delle Rsu per affrontare la problematica, «occorre un intervento immediato di tutti gli organi competenti responsabili della ricostruzione, per approvare e dare seguito al progetto di realizzazione della nuova sede della Provincia». Intanto, i lavoratori della Provincia hanno avviato una raccolta di firme per sollecitare una più adeguata ubicazione degli uffici provinciali. «Dopo il sisma», si legge nella nota dei dipendenti inviata alla dirigenza della Provincia, «alcuni uffici, tra cui biblioteca, viabilità e personale, sono stati trasferiti nel nucleo industriale di Bazzano. Una sede inadeguata, che presenta una serie di criticità, soprattutto nella mancanza di collegamenti pubblici e dalla presenza, nella zona, di fabbriche e cave di inerti. Anche la tipologia dell’immobile non depone a favore della vivibilità degli ambienti. Pertanto – conclude Sfarra – si chiede un concreto e urgente interessamento che porti a una rapida soluzione del problema, con l’individuazione di una sede definitiva e adeguata».

[GotoHome_torna alla Home]

[url”Torna alla Home Business”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=207[/url]

X