IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

‘Quattro milioni per assumere con il credito d’imposta’

E’ stato pubblicato questa mattina sul sito della Regione Abruzzo l’avviso del progetto speciale multiasse “Credito d’imposta per l’occupazione”, programmato nel Piano Operativo del Fondo Sociale Europeo Abruzzo 2007/13, con il quale l’assessorato al Lavoro mette a disposizione delle imprese abruzzesi 4 milioni di euro di incentivi per l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati e molto svantaggiati.

Il progetto, finalizzato all’incremento dei livelli occupazionali regionali, viene adottato in attuazione del decreto interministeriale del 24 maggio 2012, che prevede la concessione di un credito di imposta per la creazione di lavoro stabile nel Mezzogiorno.

«Prima con ‘Lavorare in Abruzzo 2’, poi con ‘Giovani (in)determinati’ e adesso con ‘Il Credito d’Imposta’: nel solo 2012 abbiamo già messo a disposizione delle imprese dell’Abruzzo ben 24 milioni di euro per incentivare all’assunzione a tempo indeterminato tutte le tipologie di lavoratori – ha commentato l’assessore regionale Paolo Gatti – Risorse destinate ad abbattere la precarietà del lavoro giovanile e femminile, a dare un’opportunità di reinserimento agli uomini e alle donne, anche over 55, espulsi dal mercato del lavoro. Non abbiamo lasciato nessuna categoria di lavoratori scoperta dalla possibilità di usufruire di incentivi per poter cogliere l’opportunità di un lavoro solido e stabile. Sono fiducioso che le imprese abruzzesi possano rispondere in modo positivo, come fatto con ‘Lavorare in Abruzzo 2’, anche a questo avviso che dimezza il costo lavorativo dei neo assunti per 12 o 24 mesi, a seconda delle categorie incentivate. La Regione e le forze sociali stanno concordando insieme una serie di interventi e politiche concrete per fronteggiare la crisi. Abbiamo a disposizione munizioni limitate, ma stiamo scegliendo bene quando sparare e dove mirare per abbattere i mostri del lavoro precario e della disoccupazione».

In relazione all’ultimo avviso sono ammessi agli incentivi i lavoratori che, alla data dell’assunzione risultino residenti presso un comune della regione Abruzzo, oppure iscritti all’AIRE (anagrafe della popolazione italiana residente all’estero) e che facciano parte della categorie lavoratori svantaggiati e molto svantaggiati. L’ammontare dell’aiuto, erogato sotto forma di credito d’imposta, per ogni singolo lavoratore sarà di non oltre il 50% dei costi salariali sostenuti nei 12 mesi successivi all’assunzione per i lavoratori “svantaggiati” e di non oltre il 50% dei costi salariali sostenuti nei 24 mesi successivi all’assunzione dei lavoratori “molto svantaggiati”.

I beneficiari possono essere tutti i datori di lavoro e le imprese ai sensi degli articoli 2082 e 2083 del codice civile che assumono con le modalità e alle condizioni stabilite dall’avviso. Le candidature riferite alla prima tranche del finanziamento, per le assunzioni effettuate dal 14 maggio 2011 al 1 giugno 2012, devono essere trasmesse a partire dal 7 luglio 2012 e devono pervenire entro il termine massimo del 31 luglio 2012 all’Assessorato al Lavoro della Regione Abruzzo. Le modalità di candidatura delle imprese riferite alla seconda tranche, per le assunzioni effettuate dal 2 giugno 2012 al 13 maggio 2013, saranno definite successivamente con apposito avviso nel caso di presenza di risorse residue.

[i]

[url”Torna alla Home Business”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=207[/url][/i]

X