Quantcast

Spreco di acqua, il Cam lancia l’allarme

Con l’approssimarsi dell’arrivo della stagione estiva, si ripropone il problema di un eccessivo consumo di acqua. L’allarme arriva direttamente dal Cam, Consorzio Acquedottistico Marsicano, che ha rilevato un eccessivo ed anomalo assorbimento di acqua sulle reti di distribuzione dei comuni gestiti. Una problematica scaturita sicuramente da un uso improprio dell’acqua potabile, situazione che ha come diretta conseguenza il verificarsi di diversi disservizi, per i quali il Cam deve operare con un maggiore dispendio di forze ed energie di uomini e mezzi.

«Nonostante il continuo aumento di portate effettuato sulle primarie reti idriche di adduzione non si riesce a contenere il consumo del prezioso liquido», fanno sapere dall’ente che gestisce il servizio per i comuni marsicani. «Per tale motivo è necessario che ogni sindaco emetta, e faccia rispettare per il proprio territorio la relativa ordinanza volta a contrastare lo spreco ingiustificato di acqua. E’ necessario inoltre, che la polizia locale di ogni comune faccia rispettare tale provvedimento e, nel caso fosse necessario, applicare anche  le sanzioni previste dalla legge».