Quantcast

Terremoto: a Fossa si parla di ricostruzione dei centri storici minori

L’Aquila – “Ri-costruire, Ri-qualificare, Ri-abitare”, un convegno sulla ricostruzione dei centri storici minori si svolgerà venerdì 11 maggio, ore 17,00, a Fossa nella Sala Polifunzionale del Villaggio San Lorenzo. 

A tre anni dall’evento sismico, il Comitato Cittadino “Fossa-Insieme” con il patrocinio del Comune di Fossa promuove il convegno “Ri-costruire, Ri-qualificare, Ri-abitare”: un confronto tra cittadinanza, amministratori e tecnici per un’elaborazione condivisa degli interventi strategici per la ricostruzione dei centri storici minori nell’ottica di rilancio sostenibile del territorio della media valle dell’Aterno. 

I lavori saranno brevemente introdotti dal Presidente del Comitato “Fossa Insieme”, Irene Barbi e si articoleranno  in due distinte fasi tematiche.  La prima inerente il “Piano di ricostruzione quale strumento di valorizzazione del patrimonio storico-artistico-culturale e delle vocazioni socio-economiche del territorio” con specifico riferimento alla previsione dell’art. 5 del Decreto n. 3/2010 e agli aspetti “socio – economici” del territorio introdotti dal sindaco di Fossa, Antonio Gentile e dal sindaco di Villa Sant’Angelo, Pieluigi Biondi per l’avvio di un dibattito anche i relazione alle ipotesi di sviluppo socio economico per il comprensorio aquilano nella prospettiva dell’Ocse con i contributi degli economisti, Alberto Bazzucchi e Antonio Porto.

{{*ExtraImg_31077_ArtImgRight_300x224_}}Nella seconda parte verrà trattato l’aspetto più prettamente tecnico “Piano di Ricostruzione e gli interventi di riparazione e il miglioramento sismico e restauro dei borghi storici minori” nella quale interverranno l’architetto George Josef Frisch sull’esperienza del piano di ricostruzione di Prata d’Ansidonia, Roberto Pirzio-Biroli della Donau Universität Krems  (Austria) sul tema della partecipazione dei cittadini al progetto e al cantiere di ricostruzione nella strategia del “cantiere simultaneo” su un intero aggregato per il restauro, anche riguardo l’esperienza maturata nel ripristino dei borghi storici in Friuli, in Irpinia, in California, a L’Aquila. Caterina Carocci, dell’Università di Catania alla quale compete la realizzazione del “piano di ricostruzione” del comune di Fossa, tratterà invece il tema del terremoto dell’aquilano e la ricostruzione dei centri storici della valle dell’Aterno.

Antonio Perrotti traccerà quindi un’analisi sull’efficacia del “Piano di Ricostruzione” nella ricostruzione dei centri storici minori e, infine, chiuderà i lavori Vezio De Lucia per le conclusioni e per il rilancio sostenibile del territorio.

L’evento è stato organizzato e promosso dal Comitato Cittadino “Fossa-Insieme” con obiettivo di promuovere un dibattito e confronto partecipato con la cittadinanza, liberi professionisti e gli amministratori del comprensorio di riferimento, a partire dalla conoscenza e dall’approfondimento degli “strumenti” a disposizione delle comunità dei borghi minori colpiti dal sisma: il Comitato si è reso promotore anche di una visita in centro storico, prevista alle ore 15,30 (appuntamento alla sbarra di accesso al centro storico) guidata da un componente del Comitato, e dalle architette che coadiuvano la Professoressa Carocci nella predisposizione del piano di ricostruzione che il Comune di Fossa ha scelto di affidare all’Università di Catania.

Modererà l’incontro la giornalista di Rai 3, sempre presente e attenta alle problematiche del post-sisma, Maria Rosaria La Morgia.