Alto Sangro: dal primo marzo tre paesi e oltre mille persone senza medico di base

Sulmona, 14 mar 2012 – Dal 1° marzo 2012 circa mille residenti dei comuni di Villetta Barrea, Civitella Alfedena e Barrea, nell’Alta Valle del Sangro, non hanno il medico di base. Le Amministrazioni Comunali si sono da subito attivate per chiedere alla ASL  il “sostituto temporaneo” del medico che ha svolto il servizio fino al 29 febbraio negli ambulatori comunali, in attesa che vengano espletati gli atti necessari sia alla dichiarazione dell’ambito territoriale carente sia per l’avvio delle procedure concorsuali per la nomina del medico titolare.

«Riteniamo che  il diritto all’assistenza debba essere salvaguardato – commenta in una nota il comitato intercomunale per il diritto alla salute di Villetta Barrea, Civitella Alfedena e Barrea – soprattutto se si tiene conto che i nostri paesi dell’Alto Sangro,  per appartenenza geografica, distano diversi chilometri dagli ospedali più vicini (Castel di Sangro-Sulmona- Avezzano) e che la maggior parte degli assistiti sono persone anziane».

Il comitato chiede a Gianni Chiodi, Presidente della Regione Abruzzo, nonchè commissario straordinario alla sanità, «la deroga alle normative regionali vigenti».