Quantcast

L’Aquila, Parco del sole: Raccolta fondi per l’anfiteatro di Beverly Pepper

Più informazioni su

L’Aquila, 28 feb 2012 – Non un teatro, ma un’opera d’arte contemporanea con una grande firma: quella dell’artista americana Beverly Peppers quella che sorgerà, fondi permettendo, al Parco del sole.

Bello il progetto che è in sintonia  con l’ambiente circostante secondo i canoni della Land art americana. Per realizzare l’anfiteatro all’aperto su una superficie di 3 mila metri quadrati occorre un milione di euro che al momento l’amministrazione comunale non ha. Di qui la proposta di una raccolta di fondi lanciata dalla critica d’arte Roberta Semeraro, ideatrice del progetto “Nove artisti per la ricostruzione”.

                                                                                                                                                             

«Una raccolta che partirà solo dopo una udienza pubblica – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Alfredo Moroni – attraverso la quale i cittadini manifesteranno il loro gradimento sul progetto donato dall’artista novantenne alla città dell’Aquila». A sostenere “moralmente” l’opera c’è, oltre all’Ambasciata americana e la fondazione Cassa di Risparmio, anche un comitato d’onore di cui fanno parte le più importanti personalità della società civile, religiosa e militare.  «Inauguriamo una nuova stagione l’internazionalizzazione della nostra città – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Alfredo Moroni – Il   Parco del sole è luogo identitario della nostra città».

Moroni ha ricordato che anche il teatro è contenuto nel master plan approvato dal consiglio comunale annunciando che nei prossimi giorni  partiranno le prime opere con impianto di illuminazione. Al via poi il riallestimento del  Parco giochi, la realizzazione del  planetario e il bando per strutture servizio previste fra cui  bar e ristorante.«Primo tassello vero – ha aggiunto  – sarà la scultura ambientale offerta da Beverly Pepper che sarà il più grande teatro all’aperto del centro sud».

La critica d’arte,  Roberta Semeraro, trait d’union con l’artista ha riferito che  Beverly ha  effettuato un sopralluogo ed è rimasta entusiasmata dalla bellezza del luogo. Affascinata anche dalla pietra rosa della basilica di Collemaggio, di qui la decisione di usare la pietra locale  anche   per la gradinata. L’anfiteatro sarà anche luogo di incontro dei ragazzi e potrà essere trasformato in pista di pattinaggio in inverno. L’impatto che avrà sarà molto simile a quello prodotto da    all’anfiteatro di  una zona archeologica, una sorta di piccolo Stone-Henge. Presente anche Generale della Guardia di Finanza Carmine Lopez in rappresentanza del Comitato d’onore. (A.Cal.)

Più informazioni su