Quantcast

Pari opportunità: Chiodi, risorse su obiettivi strategici

Più informazioni su

L’Aquila, 22 feb 2012 – «In un momento economicamente difficile come quello che stiamo vivendo, ritengo che vada valutata in maniera positiva la scelta di convogliare risorse su obiettivi strategici, evitando di disperderderle dietro iniziative isolate e prive di contenuti così come avveniva nel passato. Razionalizzare la spesa anche in un settore come quello delle pari opportunità è certamente un dovere, ma rappresenta anche un’opportunità per crescere ed oltretutto, consente di evitare sterili strumentalizzazioni sull’argomento». E’ il commento del presidente della Regione, Gianni Chiodi, all’indomani dell’incontro avuto con la Consigliera di parità regionale Letizia Marinelli e all’assessore al ramo, Federica Carpineta, incontro allargato ai Presidenti delle Commissioni Pari Opportunità regionale, provinciali e comunali ed alle Consigliere di parità provinciali.

«Ho apprezzato la concretezza della proposta della Consigliera di parità regionale, Letizia Marinelli, di creare una rete "rosa" tra Istituzioni e organismi di rappresentanza di genere per una affermazione reale della cultura delle Pari opportunità: l’unica in grado di incidere realmente sul tessuto sociale. Si tratta di un metodo di lavoro che consente – prosegue Chiodi – di eliminare gli individualismi e crea, invece, le premesse per il perseguimento di un fine collettivo verso il quale dobbiamo convergere tutti insieme». Infine, Chiodi, al pari dell’assessore alle Pari Opportunità Carpineta, si mostra in via di principio favorevole all’ipotesi di introduzione della doppia preferenza di genere nella legge elettorale regionale. «Il percorso per approdare ad un simile obiettivo – ha concluso il Presidente della Regione – inutile nascondersi dietro un dito, non sarà semplice poiché dipenderà dalla combinazione di diversi fattori. In ogni caso, la politica deve compiere ogni sforzo per individuare soluzioni il più possibile condivise e rispondenti ai sentimenti ed alle aspettative della società abruzzese. Interessante la proposta formulata dalla Consigliera di Parità della Regione – ha continuato il Presidente – sulla necessaria revisione degli statuti regionali, comunali e provinciali al fine di aumentare la rappresentanza politica delle donne».

Più informazioni su