IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Cisl: Governo boccia emendamento su lavoratori Finmek Solution

L’Aquila, 31 gen 2012 – «Il Governo non ha accolto l’emendamento presentato in commissione lavoro della Camera, che avrebbe consentito il reinserimento dei lavoratori degli stabilimenti aquilani Finmek Solution e Compel, in tutto 150, nel vecchio meccanismo di aggancio alla pensione. Ciò significa che, al termine del periodo di cassa integrazione straordinaria, a ottobre 2012, i suddetti lavoratori saranno collocati in mobilità, senza possibilità di accedere direttamente alla pensione. Si tratta di dipendenti ultracinquantenni che resteranno, gioco forza, senza occupazione, senza ammortizzatori sociali e senza pensione». E’ quanto fa sapere il segretario provinciale Cisl dell’Aquila, Paolo Sangermano: «La nostra Organizzazione già da tempo è impegnata per dare esito positivo alla vertenza della Finmek. Adesso si pone un ulteriore problema, quello dell’aggancio alla pensione, che abbiamo segnalato alla struttura Confederale nazionale Cisl».

Nell’incontro previsto per domani, tra Governo e parti sociali, sulla riforma del mercato del lavoro, il Segretario nazionale aggiunto Cisl, Giorgio Santini, sottoporrà la vertenza Finmek all’attenzione del ministro del Lavoro, Elsa Fornero. Intanto, resta massima l’allerta dei sindacati.

«In assenza di soluzioni valide – sottolinea Sangermano – si rischia di aggiungere ulteriori difficoltà ad un panorama occupazionale estremamente precario per il territorio aquilano. In ballo ci sono 150 posti di lavoro e altrettante famiglie, che vanno tutelate. Il Governo deve prendere atto della straordinarietà dell’emergenza che riguarda L’Aquila, dove non possono essere applicati gli strumenti consueti, previsti dalla normativa nazionale, ma norme e provvedimenti calati sulla realtà locale, che tengano conto della necessità assoluta di rivitalizzare un tessuto economico e sociale duramente colpito dal sisma. Questo vale tanto più – conclude il Segretario provinciale Cisl – per i lavoratori di aziende in difficoltà o in liquidazione, come la Finmek».

X