IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila calcio: pareggio contro l’Arzanese

Più informazioni su

L’Aquila, 29 gen 2012 – Passo falso per L’Aquila Calcio che, tra le mura amiche, non riesce a sovrastare gli avversari dell’Arzanese, e non va oltre il 2-2. La partita sembra iniziare in positivo per i rossoblù, che affilano due goal nei primi tre quarti d’ora, ma la terna arbitrale appare piuttosto confusa agli occhi degli spettatori, e la stabilità della partita decade ben presto. Anche il Perugia, però, non riesce a guadagnare tre punti nella trasferta sul campo della Paganese, e deve accontentarsi di un misero pareggio.

All’inizio, lo stadio rispetta un minuto di silenzio per la morte di Oscar Luigi Scalfaro, ex Presidente della Repubblica. Si ricorda, inoltre, il primo anniversario della morte dell’avvocato Chiodi, sempre presente alle partite disputate dai rossoblù. E infine, nel corso del secondo tempo, spunta in curva uno striscione in memoria di Nicola Mezzacappa, il giovane tifoso scomparso il 30 gennaio del 1994 durante una trasferta a Pontedera. Inoltre, sono tornati tra gli ultras anche gli ultimi tre ragazzi che erano stati diffidati tre anni fa durante gli scontri a Castel di Sangro.

L’arbitro dà il via e la prima azione da segnalare arriva al 7′ minuto, quando i rossoblù passano in vantaggio: su passaggio di Simoncini, Improta calcia dal vertice dell’area e, prendendo il palo interno, imbuca in porta il goal del vantaggio.

I padroni di casa tentano il raddoppio all’11’ con un colpo di testa di Garaffoni, senza però riuscirci. Subito dopo, è il turno degli ospiti: Incoronato arriva davanti la porta, ma non regge al confronto diretto con Testa, e la palla termina all’esterno.

Il raddoppio tanto atteso dal capoluogo abruzzese non tarda ad arrivare: al 17′ Capparella centra l’incrocio dei pali e festeggia con la squadra, probabilmente adagiandosi un po’ troppo sugli allori.

Al 38′, Incoronato ci prova ancora con un tiro che termina di poco alto sulla traversa; ma il pressing del giocatore è troppo forte, e al 45′ riesce a sfondare le difese rossoblù e a segnare il goal che accorcia le distanze.

Al fischio dell’arbitro, iniziano le tensioni in campo, e saranno molti di meno i personaggi in campo nella ripresa: Petroni espelle, infatti, i due allenatori, Ianni e Fabiano, insieme ad un giocatore avversario, Tarascio.

Ma L’Aquila, anche se in superiorità numerica, non riesce ad approfittare nel secondo tempo, anzi perde quella vivacità che ha caratterizzato i primi tre quarti d’ora, soffrendo sotto gli attacchi continui dell’Arzanese. E inoltre, anche i padroni di casa ben presto rimangono in dieci, a seguito dell’espulsione di Ruggiero.

Intanto, gli ospiti trovano il raddoppio, grazie alla doppietta di Incoronato, e con esso il pareggio, che accompagnerà il match fino alla fine. Il 2-2 è il colpo di grazia per i rossoblù, che si spengono e lasciano tutto nelle mani degli avversari. L’arbitro, addirittura, espelle anche il secondo allenatore dell’Aquila, Curci, lasciando Ercole Di Nicola da solo in panchina. Solo al 40′, Cunzi prova invano a sbloccare il risultato, con un colpo di testa che termina troppo alto.

A fine partita, non tardano ad arrivare altre tensioni, in campo e tra gli spalti. Il bersaglio maggiore è costituito dalla terna arbitrale, che avrebbe messo i rossoblù in una situazione sfavorevole.

Per quanto riguarda le altre abruzzesi, il Giulianova perde contro il Fano, mentre il Celano riporta l’ennesima sconfitta, stavolta contro il Gavorrano: sembra che l’esonero di Petrelli non salverà i marsicani dalla retrocessione. Intanto, il Chieti ha cercato di riprendersi durante questa giornata di riposo, in vista del derby contro L’Aquila Calcio che si terrà domenica 5 febbraio alle ore 14.30 tra le mura dell’Angelini. (C.G.)

[Foto: M. Spimpolo]

L’AQUILA CALCIO: Testa, Simoncini, Calvarese, Agnello, Garaffoni, Ruggiero, Improta, Carcione, Giglio(42’st Colussi), Capparella (33’st Cunzi), Piccioni. A disp.: Modesti, Leone, Perfetti, Pianese, , Battistelli. All. Ianni.

 ARZANESE: Fiorè, Nocerino, Riccio (9’st Castellano), Tarascio, Caso, Salvati, Improta (16’st Mascolo), Manzo, Incoronato, Gori, Sandomenico (25’st Esposito). A disp.: Parisi, Perna, Tenneriello, Fragiello. All. Fabiano.

 ARBITRO: Petroni (Roma1).

 ASSISTENTI: Mariani (Perugia), Garito (Aprilia).

 MARCATORI: 7′ pt Improta (AQ), 17′ pt Capparella, 45′ pt Incoronato, 19′ st Incoronato.

 AMMONITI: Improta (AR), Carcione, Giglio, Caso.

 ESPULSI: Ianni, Fabiano, Tarascio, Ruggiero, Curci.

 ANGOLI: 4 – 1.

 RECUPERO: 2’pt, 4’st.

Più informazioni su

X