IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Cialente a Chiodi: Progetto Garden bloccato, utilizziamo donazioni per Paganica

L’Aquila, 20 gen 2012 – Massimo Cialente ha preso “carta e penna” e ha scritto al Presidente della Regione Gianni Chiodi. Sul piatto della bilancia, la richiesta modifica destinazione fondi frutto di donazioni.

«Ti scrivo in merito finanziamento di 633 mila euro stanziato per il rifacimento della struttura denominata “Multisala Garden”. Il complesso iter di donazione ed alcune problematiche che si stanno verificando in merito all’acquisizione di detta struttura al patrimonio del Comune dell’Aquila, fondamentale per l’accesso a tali fondi, mi spingono a chiederTi di poter convogliare la suddetta cifra, già disponibile e quindi preziosissima per una città che stenta a trovare risorse finanziarie per ricostruire i propri spazi di aggregazione, su un altro progetto. Nello specifico il suddetto importo consentirebbe di poter ultimare, quasi completamente, i lavori relativi ad una struttura denominata “Complesso integrato sportivo e turistico ricreativo di Paganica-L’Aquila”, di proprietà di questa Amministrazione. Si tratta di un centro polifunzionale a servizio di una delle frazioni più popolose dell’Aquila che servirebbe comunque, vista la collocazione vicina a tutte le arterie principali di raccordo tra la parte est e ovest della città, tutta la popolazione. Tutto ciò consentirebbe quindi soprattutto ai più giovani di poter usufruire di un luogo di aggregazione ove praticare attività sportive, alle famiglie di potersi riunire in uno spazio accogliente ove ritrovarsi come comunità e alle associazioni, amministrazioni cittadine di poter contare su una struttura attrezzata e ben collegata per le diverse iniziative. L’esigenza di tale centro nasce tra l’altro ben prima del sisma del 6 aprile 2009 ed è frutto delle necessità espresse dalla comunità aquilana già in un periodo in cui di certo non mancavano  e spazi di aggregazione».

X