IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, spettacolo per ricordare Auschwitz

L’Aquila, 19 gen 2012 – Come ormai da molti anni la Società Aquilana dei Concerti dedica un appuntamento alla Giornata della Memoria che ricorda quel 27 gennaio 1945 quando furono “abbattuti” i cancelli di Auschwitz.  Così, la settimana che contiene la celebre ricorrenza, si apre domenica 22 gennaio 2012 presso l’Auditorium “Gen. S. Florio” della Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza (via delle Fiamme Gialle – loc. Coppito), inizio alle ore 18.00, con lo spettacolo “Noi/Altri” di e con Moni Ovadia: “L’identità di rom ed ebrei nella musica colta europea“.

Canti e danze dalla tradizione popolare ebraica, ungherese e rom, fuse e inglobate nella musica “colta” europea, come in un crogiolo in cui l’ingrediente principale e vivificante sia lo stimolo verso la comprensione di popoli di diversa e lontana origine.

Progettato da Moni Ovadia per la scelta dei testi e l’impianto generale registico e da Mario Ancillotti e Paolo Rocca per la scelta delle musiche, NOI/ALTRI vuole mostrare le influenze delle tradizioni musicali di popoli che hanno attraversato nei secoli l’Europa venendo in contatto con culture diverse, e quanto queste ultime siano più o meno consapevolmente debitrici di un patrimonio espressivo ed artistico divenuto ormai comune e condiviso: radici esterne di una pianta comune e simbiotica. Non è solo una ricerca sulle influenze musicali, ma attraverso musica, letture e testimonianze storiche vuole creare un ponte di amicizia e stringere una rete di condivisione artistica e di sensibilità comune che raggiunge risultati profondi e sorprendentemente diretti.
La parte musicale sarà realizzata con l’apporto di musicisti Klezmer e Rom – Moni Ovadia Stage Orchestra – e con il complesso Ensemble Nuovo Contrappunto diretto da Mario Ancillotti.

Moni Ovadia è un artista poliedrico, fortemente impegnato su queste tematiche, con una vastissima produzione discografica e libraria, molto amata dal grande pubblico.

I biglietti sono già disponibili presso gli Uffici dell’Ente in via Strinella 35 (ore 10.00 alle 17.00) fino a venerdì 20 gennaio; quindi nel pomeriggio di domenica 22 direttamente al botteghino presso l’Auditorium (info tel. 0862.24262/414161).

X