IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

ISA, secondo ciclo concerti Salisburghesi

Più informazioni su

L’Aquila, 13 gen 2012 – Dopo l’Integrale delle Sinfonie di Beethoven, sabato 14 gennaio 2012 alle ore 18.00 al Ridotto del Teatro Comunale dell’Aquila, riprende l’appuntamento musicale con Mozart ed i Concerti Salisburghesi, iniziato la scorsa stagione ed ora riproposto nel secondo ciclo per la 37a Stagione Sinfonica dell’Ente musicale. Primo concerto di produzione del 2012 per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta da Ettore Pellegrino, Konzertmeister con Giuliano Mazzoccante al pianoforte. Ad aprire il concerto il divertimento per archi n3 in Fa Maggiore kv 138 per poi continuare con i due concerti per pianoforte.

Mozart compose ben 24 concerti per pianoforte e orchestra tra il 1773 e 1791, gran numero dei quali sono entrati nel repertorio classico di questo genere musicale. Con queste composizioni Mozart precisò definitivamente il ruolo del pianoforte a martelli come strumento solista, a differenza del clavicembalo che aveva per lo più un ruolo concertante. Il pianoforte si avviava a dominare tutto il secolo successivo, in contrapposizione e contrasto con l’orchestra fondendosi ad un tempo con essa.

Concerto per pianoforte e orchestra n 5 in Re Maggiore k 175 (1773)
E’ il primo concerto originale composto da Mozart e presenta già, nonostante lati convenzionali, degli aspetti assolutamente inconfondibili della personalità mozartiana: nel carattere di dialogo tra “solo” e orchestra, nel trattamento virtuosistico dello strumento, e infine nell’accurata elaborazione strumentale.

Concerto per pianoforte e orchestra n9 in Mi bem Magg. k 271 (1777)
Pochi musicologi, che liquidano sbrigativamente questo concerto, sembrano essersi accorti che siamo di fronte ad una delle gemme più splendide della gioventù di Mozart e in assoluto uno dei suoi più felici concerti pianistici. Il pianoforte si pone in evidenza fin dall’inizio spezzando la consuetudine dell’introduzione orchestrale e addentrandosi poi in una serie di svolgimenti intensi che sfociano in un’amplissima cadenza autografa.

Giuliano Mazzoccante

Teatino, ha studiato sotto la guida di Lucia Passaglia al conservatorio "L. Cherubini" di Firenze conseguendo il diploma a pieni voti, lode e menzione d’onore.
Ha partecipato come allievo esecutore ai Seminari Internazionali di Macerata, alle Master Classes di Vasto e agli stage dell’Accademia Musicale Umbra presso la quale ha conseguito il "Diploma di Eccellenza"; ha frequentato i corsi di perfezionamento tenuti dal M° G. Eckhardt a Szombathely (Ungheria), nell’ambito del "Bartòk International Festival"; è stato allievo esecutore al Briefcollege de "Il Borgo Musicale" di Clivio Varese e alle "International Master Classes" di Klaipeda (Lituania), tenute dal M° Lazar Berman. Con quest’ultimo si è perfezionato nel corso quadriennale presso l’Accademia Europea di Erba (CO). Vincitore assoluto di concorsi nazionali e internazionali di esecuzione, tra cui il "M. Clementi" di Firenze, l’"Agorà 80" di Roma, il "F. Liszt" di Lucca, il "Città di Stresa", nel 1997 ha vinto il secondo premio assoluto al "T.I.M." – Torneo Internazionale di Musica; nel 1998 è stato premiato al prestigioso "Premio Venezia"; nel 1999 ha vinto il secondo premio assoluto al concorso internazionale "Ecomusic" di Monopoli (BA); nel 2002 è risultato vincitore assoluto del 40° Concorso Pianistico Internazionale "Arcangelo Speranza" di Taranto. Nell’ottobre 2009 è stato premiato al "4° International Tbilisi Piano Competition" (Georgia) membro della Federazione Mondiale dei Concorsi Internazionali di Musica (WFIMC). La rilevante attività concertistica lo ha visto impegnato sia come solista sia in formazioni cameristiche presso importanti sedi italiane ed estere quali Firenze, Milano, Roma "Palazzo Venezia", Trieste, "Sala Mozart" Bologna, "Sala dei Notari" Perugia, "Palazzo Albrizzi" Venezia, "Teatro Cantero" Chiavari, "Teatro Parvum" Alessandria, "Sala Napolitano" Salerno, Rovigno (Croazia), Szombathely (Ungheria), Klaipeda, Palanka (Lituania), Schloss Elmau, Weimar "Liszt House" (Germania), Bmo "Sale Bretislava Bakaly" (Repubblica Ceca), Istanbul (Turchia), Utrecht (Olanda), Oxford (Inghilterra), Schaffusen (Svizzera), Shangai (Cina). E’ stato più volte ospite della "International Sommer-Akademie Schloss Pommersfelden" (germania) dove ha suonato come solista e in concerti cameristici e dove, dal 2010, è docente di musica da camera con pianoforte. Si è esibito come solista con l’orchestra della Camerata Baltica diretta dal violinista M° Pavel Berman. Nel novembre 2002 è stato solista a Vilnius nel concerto n° 1 di P.I. Cajkovskij con la Lithuanian National Simphony Orchestra (diretta Radio e TV di Stato) e nel dicembre dello stesso anno, con l’Orchestra Filarmonica di Kiev. Ha suonato come solista con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese ed è stato più volte ospite solista dell’orchestra del Teatro Marrucino di Chieti. E’ spesso invitato a far parte della giuria di concorsi pianistici nazionali e internazionali, è fondatore e Direttore Artistico del Concorso Pianistico Nazionale "Città di San Giovanni Teatino" e dal 2007 ha fondato ed è Direttore Artistico della Scuola Civica Musicale anonima. Suona per la RAD (Royal Academy of Dance) e collabora nei corsi di perfezionamento organizzati dalla stessa accademia londinese. Ha collaborato con il M° Franco De Angelis, primo violino del Teatro alla Scala di Milano, e insieme alla violinista Liliana Bernardi ha formato il "Duo Kairòs" con il quale ha ottenuto in poco tempo numerosi riconoscimenti di pubblico e critica e il "Diploma di Merito" presso la Scuola Superiore Internazionale di Musica da Camera di Duino dopo il corso biennale di perfezionamento sotto la guida del "Trio di Trieste".
Suona in duo con il clarinettista Antonio Tinelli e con il violinista Pavel Berman. Ha inciso per Radio Vaticana, per la radio di Baviera e per la DAD Records di Bari. Nel 2007 è stato pubblicato dalla Phoenix Classics, distribuito da Ducale Dischi, un CD monografico dedicato a J. Brahms contenente le Sonate per clarinetto e pianoforte op. 120 n° 1 e n° 2 e il Trio op. 114, che è risultato finalista al premio IMAIE 2009, recensito con successo da riviste specializzate italiane ed estere (Musica, Suonare News, Giornale della Musica, Fanfare). E’ inoltre in uscita per la casa discografica giapponese Camerata Tokyo un CD inciso in trio con il clarinettista Antonio Tinelli e lo storico 1° clarinetto della Filarmonica di Berlino M° Karl Leister.

Più informazioni su

X