IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Avezzano: isola pedonale “congelata”

Avezzano, 9 gen 2012 – Isola pedonale “congelata” dalla giunta comunale. La sospensione della delibera adottata nel 2009 apre le porte al ricorso in Consiglio di Stato con un preciso obiettivo: superare il pronunciamento del Tar ed elaborare un nuovo piano mirato a creare un’area ad hoc per i pedoni, con traffico limitato alle auto, ma funzionale alle nuove esigenze e non penalizzante per gli esercizi commerciali. Scelta dettata dai numerosi cambiamenti avvenuti in questi due anni nel sistema viabilità, in primis l’entrata in funzione dell’anello del quadrilatero, che ha  generato effetti sul traffico, rendendo Corso della Libertà strategico per i collegamenti verso l’area della stazione ferroviaria. Per evitare il caos, quindi, il Comune ha congelato l’atto di indirizzo amministrativo.

«La linea dell’amministrazione –  spiegano il sindaco Antonio Floris e l’assessore alla viabilità Aureliano Giffi – non è cambiata. Resta ferma la volontà di attivare processi di riqualificazione urbana e stradale di Corso della Libertà, dove la pedonalizzazione continua a rappresentare uno dei principali obiettivi. La sospensione della delibera è volta a evitare effetti negativi nell’immediato, soprattutto agli operatori economici, per non compromettere in maniera grave e, forse, irreparabile, il raggiungimento dell’interesse pubblico».

Lo stop, ovviamente, punta a disinnescare il pronunciamento del Tribunale amministrativo regionale, che ha nominato il commissario ad-acta per l’attuazione dell’isola, ormai non più funzionale. «Gli atti di indirizzo amministrativo – spiegano Floris e Giffi – consistono nella formulazione di scelte con le quali si individuano obiettivi che un Ente pubblico intende perseguire in un determinato momento storico e che, per tale motivo, possono sempre subire modifiche in qualunque momento la situazione iniziale cambia».

Opzione in linea con le motivazioni della sentenza del Tar fondata, tra l’altro, sulla circostanza che «essendo tuttora valida ed efficace la delibera 180/2009 l’amministrazione è tenuta a dare a essa esecuzione laddove non sia culminata in un provvedimento di revoca o sospensione dell’atto da eseguire». La giunta Floris, quindi, ha stoppato la delibera e chiamato in campo l’avvocatura del Comune per il ricorso al Consiglio di Stato, mantenendo ferma la decisione di istituire l’isola pedonale, tenendo conto però delle novità intervenute, per raggiungere un obiettivo strategico mirato a migliorare la qualità della vita e a incentivare la mobilità sostenibile.

X