IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Giuliante: “Primarie subito, altrimenti mi candido”. Lombardi: “Anch’io”

L’Aquila, 4 gen 2012 – Gianfranco Giuliante candidato  sindaco solo se all’Aquila dovessero saltare le primarie a causa di pressioni esterne. La sfida  del presidente provinciale del Pdl ai supporters della candidatura di Giorgio De Matteis è “servita”. Una provocazione alla quale si unisce anche l’ex coordinatore cittadino del Pdl Enzo Lombardi che sarebbe candidato  sindaco a prescindere, anche se all’Aquila dovessero tenersi le primarie.

«É una risposta che si intende dare al tentativo di elusione dello strumento primarie», ha aggiunto Giuliante. Quasi catarticamente, citando il numero uno del Pdl Angiolino Alfano, il presidente provinciale del Pdl  ribadisce che la regola per tutte le città chiamate al voto è quella di fare le primarie, ma non nasconde una certa preoccupazione per il fatto che qualcuno sostiene che L’Aquila sia un caso particolare. Pericolosissimo poi  il precedente di Avezzano dove le primarie sono già saltate. Giuliante chiama così a raccolta tutti partiti della coalizione La Destra e perfino l’Mpa (se vorrà esserci)  e i moderati per cominciare a tessere la tela delle regole e fissare la data delle consultazioni popolari per la scelta del candidato.  Poi giunge a sorpresa in tentativo di stanare Giorgio de Matteis sulla ufficializzazione della sua candidatura:

«Noi riteniamo che sarebbe opportuno che De Matteis sciogliesse questo nodo e  che definisse la sua volontà di essere candidato della Mpa e del contesto civico di cui vuole circondarsi. Dovrebbe rendere noto anche se vuole essere compartecipe delle primarie. Mi sembra di capire che al momento non viglia parteciparvi visto che le ha definite come uno strumento che delegittima la politica e i partiti. Noi facciamo parte di un partito diverso,  quindi  la pensiamo in maniera diversa».

Un affondo anche per Gianni Chiodi fra i sostenitori di Giorgio De Matteis: «Chiodi è commissario alla  Ricostruzione e Presidente della Regione:  può esprimere giudizi su una candidatura possibile ma non può avere capacità di incidenza sulla scelta del candidato». Nei prossimi giorni dunque al via le consultazioni per scrivere le regole e stabilire la data: la consultazione potrà essere aperta a tutti  a patto che i votanti si iscrivano in una lista: è un meccanismo che vuole evitare inquinamento. Forse sarà richiesto  anche il versamento della  cifra simbolica di un euro. L’assessore Guido Liris ha sottolineato il  grande lavoro fatto dal Pdl per riavvicinarsi alla gente spiegando che le primarie fanno parte di questo percorso.

A.Cal.

X