IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Progetto “L’Aquila migrante”: il bando della Caritas per educatori

Più informazioni su

L’Aquila, 3 genn 2012 – La Caritas Diocesana dell’Aquila – Servizio Immigrazione – con sede in Via Duomo Coppito (L’Aquila) seleziona personale da impiegare per le attività del servizio con contratto part-time annuale con funzione di educatore per il progetto "L’Aquila migrante sulle Strade della Condivisione”

Il lavoro sarà in collaborazione con operatori e volontari, prevalentemente nell’ambito dell’accoglienza diffusa e in generale, alla realizzazione dei tre obiettivi: dare continuità e potenziamento ai servizi di sostegno e accompagnamento degli immigrati, nello specifico della loro condizione (soggiorno,casa e lavoro), consolidando il gruppo degli operatori e volontari; costruire condivisione curando la rete con le parrocchie, le realtà associative degli immigrati, gli enti locali e tutti i soggetti sociali che, a vario titolo, si occupano di immigrazione, per dare una nuova visione nella gestione delle tematiche sociali che vedono impegnati più soggetti. Le attività, per essere efficaci, devono trovare una unione di intenti tra i diversi attori.

Terzo obiettivo, favorire l’accoglienza promovendo nella comunità diocesana, e nella città in genere, iniziative ed esperienze di ospitalità e convivialità, realizzando una rete di accoglienza diffusa con punti di accoglienza breve, coinvolgendo le parrocchie della diocesi e poi la comunità tutta, al fine di avere una rete di persone/famiglie/altri disponibili all’accoglienza gratuita per una/due notti di persone bisognose. Una rete che preveda anche case di accoglienza sul territorio: almeno due appartamenti, ciascuno adatto ad ospitare 5-6 persone, sia per immigrati che per italiani. In tali case saranno prese in carico, per un periodo limitato, da parte della Caritas, persone in difficoltà ma in grado di recuperare, attraverso un percorso di accompagnamento, la piena autonomia o una strada adatta alla loro situazione particolare.

Gli interessati potranno partecipare alla selezione, inviando un curriculum vitae aggiornato e fotocopia della carta d’identità e del codice fiscale, facendo pervenire il tutto per posta o per consegna diretta, in busta chiusa, indicando sulla stessa l’indirizzo: Caritas Diocesana L’Aquila – Servizio Immigrazione (progetto “L’Aquila Migrante”) – Via Duomo snc 67100 Coppito. 

Per la consegna diretta – presso la sede diocesana della Caritas – gli orari di apertura sono: da lunedì a venerdì mattina 9.00 -12.30 e giovedì pomeriggio 16 -18.

REQUISITI RICHIESTI

Titolo di studio: Laurea (o diploma di scuola media superiore con esperienze in attività di accompagnamento ed educazione interculturale).

Conoscenza di almeno una o più lingue straniere.

Capacità di lavorare in gruppo e organizzare e gestire un progetto educativo interculturale.

Capace di interagire con gli enti locali e i vari interlocutori sociali.

Conoscenza del territorio e del fenomeno migratorio.

Conoscenza e utilizzo di procedure informatiche.

Capacità di lavoro in gruppo.

Flessibilità organizzativa.

Altri requisiti: Patente B. Il candidato interessato deve essere automunito.

Per la delicatezza del servizio da svolgere, nell’ambito della Pastorale della Carità diocesana, si darà particolare attenzione ai curriculum inviati tramite il parroco di una Parrocchia ( in questo caso sul curriculum dovrà essere indicata la Parrocchia, il nome del Parroco e il telefono).

Le richieste dovranno pervenire alla Caritas Diocesana dell’Aquila, secondo le modalità descritte, entro le ore 13,00 del 24 gennaio 2012. La scelta sarà effettuata in base ai requisiti richiesti – tenendo conto delle necessità del Servizio Immigrazione – e confermata con un colloquio, per verificare le attitudini al compito da svolgere. La Caritas Diocesana – Servizio Immigrazione si riserva l’insindacabile facoltà di individuare il candidato attraverso una valutazione complessiva che ,oltre i requisiti indicati, risponda allo stile della Caritas Diocesana in sintonia con le priorità e le prospettive della Chiesa di oggi, nell’orizzonte di animare Chiesa, Poveri, Territorio e Mondo.

Più informazioni su

X