IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Insegnanti di sostegno: lettera a Napolitano su esclusione da graduatorie

Più informazioni su

L’Aquila, 1 gen 2011 -Clara Calvacchi  Coordinatore ANIEF provincia dell’Aquila scrive una lettera aperta al presidente Giorgio Napolitano sulle graduatorie ad esaurimento che coinvolge l’insegnamento per i bambini disabili. Riportiamo il testo della lettera.

Desidero portare alla sua attenzione la scandalosa questione degli “insegnanti si sostegno”. Il Ministro Gelmini ha chiuso l’accesso alle GAE (graduatorie ad esaurimento) a tutti i laureati che si sono immatricolati a Scienze della Formazione Primaria dopo il 2007.

A causa di questa “dimenticanza” molti bambini disabili sono seguiti da “insegnanti non abilitate, spesso diplomate prive di preparazione universitaria”. Si escludono dalle graduatorie i docenti di cui la scuola necessita

Il sostegno non è solo una professione, molte di noi hanno 2 lauree e varie specializzazioni, quando arriviamo noi, i genitori ci ringraziano con gli occhi lucidi, «finalmente il loro bambino ha l’auto necessario e i progressi sono evidenti». Un insegnante privo di specializzazione universitaria, che non conosce la LIS,  il Braille e tutti gli strumenti per una didattica efficace, non è di nessuno aiuto ad un bambino disabile, ed un patetico corsetto on line non migliorerà la situazione..insofferenza verso un ruolo imposto permane e pure l’inefficacia dell’azione didattica.

Le scuole pubbliche chiamano esclusivamente dalle graduatorie, essendo noi escluse dalle GAE siamo totalmente interdette dall’insegnamento nelle scuole pubbliche, attualmente possiamo lavorare solo nelle scuole private, in questo modo chi ha il denaro per la scuola privata ha garantito l’insegnante plurilaureato e specializzato, chi ha i figli nella scuola pubblica si ritrova spesso con un insegnante che non ha laurea, non ha le competenze e non ha la  formazione specifica per una “didattica speciale”, pagato dallo Stato, esattamente come un insegnante specializzato . Forse anche Lei pensa che se questi bambini sono nati disabili e pure poveri è giusto che lo Stato sia indifferente e continui sul binario dell’eccellenza ai ricchi e tasse ai poveri. 

Gentile Presidente, perché lo Stato continua a pagare docenti non abilitati e non permette agli abilitati di inserirsi nelle Graduatorie ad esaurimento?

I concorsi:  il sostegno non ha una classe di concorso, non si potranno fare concorsi per il sostegno, inoltre siamo pochissime, la nostra specializzazione prevede un percorso duro e costoso (ma indispensabile per svolgere il nostro lavoro) e solo le persone molto motivate lo affrontano, perché fare un concorso quando si sa che i candidati sono meno dei posti disponibili?  

La nostra esclusione dalle GAE ci impedisce di essere convocate anche per coprire le supplenze, a noi è totalmente precluso l’accesso alla scuola pubblica, le sembra giusto? Solo i genitori che possono permettersi di pagare le scuole private possono garantire ai loro bambini un insegnante plurilaureata e specializzata?  Le sembra giusto che molti  bambini frequentanti le scuole pubbliche siano privati del diritto all’istruzione e all’integrazione? Le sembra giusto che lo stato “sprechi il denaro dei contribuenti” per pagare persone prive di formazione specifica?

Spero di ricevere al più presto una risposta chiara e non lesiva della dignità e professionalità di chi ha studiato duramente (recentemente ho incontrato una vecchia conoscenza, solo dopo mezz’ora che parlavo con lei, mi sono ricordata che era non udente, capiva cosi bene il labiale e parlava in modo così chiaro che non ho pensato al suo handicap, grazie al nostro “duro lavoro” , alla nostra notevole preparazione, riusciamo a garantire un futuro, potenziamo al massimo tutte le abilità residue di un bambino con disabilità, sinceramente non mi sembra un argomento poco importante, da dimenticare e scaricare al prossimo Ministro, la normativa sull’insegnate specializzata e l’abolizione delle “classi speciali” ci pone all’avanguardia in Europa, è un fiore all’occhiello del nostro paese, ma l’ingiusta chiusura delle graduatorie sta vanificando questa importante regolamentazione, demolendo una delle poche “eccellenze” del nostro paese), siamo pochi ma preparatissimi, la nostra preparazione e competenza non sarà mai eguagliata da  un corsetto on-line, che viola anche la normativa (L.104 e successive) che prevede una preparazione di livello post universitario per l’insegnante di sostegno.

Il MIUR ha chiuso le graduatorie a noi abilitati al sostegno e per colmare la carenza di insegnanti abilitati sta preparando corsetti on-line per insegnanti perdenti posto.ma possibile che non avete nessun rispetto per questi bambini? Invece delle insegnanti specializzate, gli scaricate docenti non competenti, ma questi bambini avranno diritto all’istruzione come tutti gli altri, o no?

Spero che almeno Lei non faccia parte di quelle persone totalmente indifferenti ai diritti dei bambini disabili e di migliaia di ragazzi che hanno affrontato un duro e costoso percorso formativo per aiutare tutti i bambini, non solo quelli ricchi.

 

Più informazioni su

X